csi-piemonte.jpp


CSI-PIEMONTE: UNA REALTÀ PER L’INNOVAZIONE

Dal 1977 il CSI-Piemonte lavora per migliorare i servizi della Pubblica Amministrazione locale e rendere più semplice e trasparente il suo rapporto con cittadini e imprese attraverso l’uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (infrastrutture di rete, banche dati, sistemi informativi, servizi web…).

Con un fatturato di 166,5 milioni di euro, 1.200 dipendenti e più di 80 Consorziati, il CSI è da anni stabilmente fra le prime 20 aziende italiane del settore ICT e opera in tutte le aree di intervento pubblico: dalla sanità alle attività produttive; dai beni culturali ai sistemi amministrativi; dal territorio alla formazione professionale e al lavoro.

Nato su iniziativa della Regione Piemonte, dell’Università e del Politecnico di Torino, il CSI-Piemonte è una realtà di eccellenza riconosciuta a livello nazionale e internazionale, come testimoniato dal numero sempre crescente di Amministrazioni che si affidano al Consorzio per la realizzazione di servizi avanzati ed efficienti: oltre ai fondatori, la Città di Torino, tutte le Province piemontesi, Comuni e Associazioni, Aziende Sanitarie e Ospedaliere e Agenzie.

Il CSI lavora per l’intero “Sistema Piemonte” e opera in tutte le aree di intervento pubblico: dalla sanità alle attività produttive; dai beni culturali ai sistemi amministrativi; dal territorio alla formazione professionale e al lavoro. Svolge inoltre un importante ruolo di consulenza organizzativa e aiuta gli Enti a ottimizzare i processi interni, risparmiando tempo, riducendo le spese e rispondendo in modo più completo alle esigenze dei cittadini.

Grazie alla sua azione gli Enti possono oggi conseguire economie di scala e migliorare i propri servizi ai cittadini e alle imprese. Un valore aggiunto che il Consorzio esporta al di fuori dei propri confini di appartenenza, promuovendo occasioni di collaborazione in Italia e all’estero e favorendo il riuso e la condivisione di best practices con altre Regioni e Amministrazioni locali.

Archivio Storico on line de “La Stampa”
Il CSI-Piemonte ha collaborato alla messa on line dell'Archivio Storico de "La Stampa" su incarico della Regione Piemonte, partner di progetto. In particolare, il Consorzio si è occupato dell'acquisizione e del trattamento dei dati digitalizzati dal fornitore individuato dal quotidiano (il raggruppamento temporaneo di imprese guidato da STI Spa) e del web hosting dell'intero sistema.

Il risultato raggiunto testimonia la validità e l'affidabilità dell'infrastruttura tecnologica che il CSI mette a disposizione degli Enti locali piemontesi. Il Consorzio, infatti, ha configurato in modo ottimale i sistemi hardware e software da utilizzare, prendendo in esame un vasto insieme di parametri: dal numero di accessi potenziali alla quantità e al volume di crescita dei dati trattati, dall'ampiezza della banda in uscita al monitoraggio del servizio.

L'intero sistema è stato installato sulla Server Farm del CSI ed stato testato per verificarne attendibilità, affidabilità e scalabilità. Alcuni numeri aiutano a capire la complessità del servizio:

  • 80 TB di dati archiviati su nastro (immagini ad alta e bassa risoluzione);
  • 3 TB di dati disponibili alla consultazione online (immagini a bassa risoluzione);
  • 20.000.000 di file gestiti per la consultazione on line;
  • 50.000 consultazioni giornaliere previste.