Dal controllo antidroga a scuola si scopre una serra di marijuana a casa di uno studente

Il giovane, che non ha precedenti penali, è stato arrestato per detenzione e spaccio di droga

Il cane Quark fiuta negli armadietti degli studenti alla ricerca di stupefacenti


Pubblicato il 04/03/2017
Ultima modifica il 04/03/2017 alle ore 11:18
orbassano

Un anno fa, quando i carabinieri si erano presentati nel cortile dell’Iis Amaldi Sraffa di Orbassano, erano stati accolti da una vera e propria pioggia di spinelli. Quasi 30 grammi di hashish e marijuana gettati dalle finestre dei bagni e finiti sull’asfalto di via Rosselli, per sfuggire ai controlli dei cani dell’unità cinofila di Volpiano. Dopo i corsi e lezioni sui rischi legati alle dipendenze dagli stupefacenti, effettuati a scuola anche dai militari dell’Arma, la situazione sembrava decisamente migliorata. Durante il blitz a sorpresa effettuato ieri mattina, venerdì 3 marzo, dai carabinieri di Orbassano l’infallibile fiuto di Quark, il pastore tedesco addestrato a scovare lo stupefacente, ha permesso ai militari di trovare «solo» tre studenti in possesso di piccole quantità di hashish e marijuana, ma l’atteggiamento di uno dei tre, un ventenne che abita fuori Orbassano, ha insospettito i carabinieri.  

La perquisizione a casa del giovane ha permesso di scoprire una vera e propria serra artigianale per la coltivazione della cannabis allestita nel garage, altri 380 grammi di marijuana, 750 euro in contanti, un bilancino di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi. Il giovane studente, incensurato, è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio.  

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno