Delta NA: la pittura informale della coppia di psicologi astigiani entra nelle gallerie di tutto il mondo

Un’opera di Delta NA: Neva Epoque e Alessandro Vignola


Pubblicato il 24/03/2017
asti

Hanno la valigia sempre pronta, perché la loro vita artistica è un «tour». Ma invece di portare in giro per il mondo musica o esibizioni teatrali, viaggiano con quadri e sculture al seguito, opere che espongono nelle più prestigiose gallerie internazionali. 

La «compagnia» si chiama Delta NA dove la consonante sta per Neva (Epoque) e la vocale per Alessandro (Vignola). Sono astigiani, moglie e marito, lavorano insieme e i loro dipinti, come le sculture, nascono a quattro mani.  

L’opera pittorica può essere costituita da un solo pannello, da un dittico o da un polittico composti da un insieme di segni, trasparenza, forme e colori, posati sul supporto in un alternarsi di pennellate, con una intesa che si raggiunge all’istante, come avviene nel jazz per l’improvvisazione. Il loro linguaggio espressivo è in continua evoluzione, ma parte da un presupposto: entrambi sono laureati in psicologia.  

Prima di dedicarsi esclusivamente all’arte, Neva Epoque ha lavorato in una comunità tenendo corsi di formazione; Alessandro Vignola all’ospedale Molinette di Torino. «Abbiamo cominciato dipingendo, uno la parte destra e l’altro la sinistra, ritratti di amici e conoscenti, cercando di metterne evidenza il carattere», spiegano. Il passaggio all’astratto prima e poi all’informale è stato un fatto istintivo. Come scomporre la realtà interpretandola in un quadro è il primo passo per dialogare con gli altri che possono provare le emozioni suggerite dallo stato d’animo.  

Tra poco i due artisti riprenderanno la valigia per una serie di mostre in Indonesia. L’elenco delle personali e collettive allestite nei vari paesi sarebbe troppo lungo. L’ultima, lo scorso anno, alla «Baccaro Art Gallery» di Pagani in Campania: una rassegna con opere di Fontana, Schifano, Pistoletto, Manzoni, ecc. Personali a Los Angeles, Beverly Hills, Biennale di Genova, Torino (Galleria Davico), Miami, Prato, Montecarlo, Parigi, Bargemon. Ai vernissage delle loro personali c’è sempre qualche bottiglia di «Asti».  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi