I colori capaci di fermare il tempo e fare luccicare Piemonte e Sicilia

Un dipinto di Franco Asaro


Pubblicato il 19/06/2017
Canelli

«Il tempo passa rapidamente, i colori rimangono». Una frase con un fondo di poesia, verità e ottimismo, che Maria Grazia Parone ripete spesso ai visitatori della mostra allestita in una sala che si affaccia su via Alfieri 7, a Canelli. 

 

Le opere esposte, acquarelli, matite colorate e pastelli, sono di suo marito, Franco Asaro, pittore, scrittore, giornalista e insegnante, morto cinque anni fa. E per ricordarlo offre i suoi colori alla vista di quanti gli sono stati amici, estimatori e hanno apprezzato le sue scelte di vita, volte a rendersi utile alla comunità canellese, dedicandosi, oltre che all’arte, all’impegno sociale.  

 

Franco Asaro era nato nel 1936 a San Cataldo, Caltanisetta. Dopo la laurea in Lettere all’Università di Torino approdò a Canelli per insegnare alla scuola media. Un percorso, il suo, che attraversa in lungo lo Stivale, dalla Sicilia alle Langhe astigiane, due terre nei confronti delle quali nutrì sempre e nella stessa misura un senso di gratitudine e lealtà, identificandosi con il mondo contadino. Nei suoi quadri, infatti, ritrasse con colori sfavillanti il paesaggio piemontese e siciliano nei quali, compare la figura dell’uomo intento al lavoro tra campi e vigneti.  

Provenza e Parigi  

 

Tra le sue grandi passioni la Provenza, Camargue e Parigi, dove spesso si recò portando con sé carta e matita per comporre, attraverso disegni e parole, preziosi taccuini di viaggio. Oltre alla cospicua produzione artistica e all’attività espositiva che lo portò portato in giro per il mondo, Asaro pubblicò libri di poesia e narrativa. Di Parigi immortalò gli edifici più famosi, piazze, sobborghi e la quotidianità rappresentata dalla gente sulle strade.  

 

Si formò sotto la guida di Amelia Platone (pittura), Caro Caratti (xilografia) e ai corsi accademici di Grenoble, Parigi e Vaucluse perfezionò la tecnica del pastello e acquarello. La mostra è visitabile dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Chiuso il lunedì mattina. Info: 347/591.94.42. 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi