Ondata di caldo africano nel week end, temperature intorno ai 40°

Domenica «bollino rosso» in sei città, tra cui Roma e Bologna. Termometro su anche di notte


Pubblicato il 07/07/2017
Ultima modifica il 07/07/2017 alle ore 17:30

Italia nella morsa della terza ondata di caldo della stagione: anticiclone africano in rinforzo e temperature in deciso aumento. Entro il fine settimana picchi di 37-38°c al nord, regioni centrali tirreniche, Sardegna e Puglia. Valori percepiti intorno ai 40°c. Disagio in progressivo aumento nelle ore notturne: valori minimi anche intorno ai 24-25°c nelle aree urbane. 

 

 

Al Nord, il caldo e l’afa toccheranno l’apice sabato, con picchi di 36-38°C e con valori percepiti intorno ai 40°C. Poi, per domenica, al Nord si conferma un calo termico a causa dell’aumento dell’instabilità atmosferica, con numerosi temporali, anche intensi, che interesseranno soprattutto il settore alpino ma con temporaneo coinvolgimento anche delle pianure vicine, specie tra Piemonte e Lombardia. Lunedì l’instabilità dovrebbe tornare a concentrarsi sulle Alpi, con fenomeni meno diffusi. Nelle prossime notti il caldo afoso darà luogo anche a un ulteriore aumento del disagio, visto che le temperature minime non scenderanno al di sotto della soglia di 20-22 °C, e addirittura nelle aree urbane potranno spesso mantenersi oltre i 24-25 °C’. 

 

 

PREVISIONI 

Domenica altra giornata molto calda e soleggiata al Centrosud, con soltanto qualche nuvola alta e passeggera in transito al Centro e sulla Sardegna. Al Nord il transito di un nucleo instabile favorirà un aumento della nuvolosità a iniziare dal Nordovest, accompagnato dallo sviluppo di rovesci o temporali principalmente nel settore alpino, ma con coinvolgimento nella seconda parte della giornata anche della pianura piemontese, dell’alta Lombardia e, verso la notte, anche del Friuli. Non si escludono episodi anche di forte intensità. Le temperature massime caleranno soprattutto sulle Alpi e al Nordovest, dove perderemo dai 3°C ai 5°C; punte, invece, ancora di 36-37°C in Emilia e al Centrosud. La ventilazione sarà in prevalenza debole meridionale, ma con il raffiche anche forti in coincidenza dei temporali. Nei primi giorni della settimana l’instabilità al Nord tenderà a concentrarsi soprattutto sul settore alpino, con pochi sconfinamenti verso le zone pedemontane. La calura che si sarà smorzata su parte del Nord proseguirà nel resto d’Italia. In particolare, al Centrosud l’apice di questa intensa ondata di caldo verrà raggiunto tra mercoledì e giovedì, con temperature anche eccezionalmente alte all’estremo Sud, dove si potranno anche sfiorare i 40°C. Un’attenuazione di questo caldo molto intenso si prospetterebbe gradualmente a iniziare da giovedì al Centro, venerdì anche al Sud. Seguite gli aggiornamenti per tutte le conferme di questa evoluzione.  

 

LE CITTA’ PIU’ CALDE  

Secondo il bollettino delle ondate di calore aggiornato dal ministero della Salute, l’allerta di livello 3, il più alto («bollino rosso», con possibili effetti negativi sulla salute anche di «persone sane e attive») riguarderà due città sabato (Bolzano e Perugia) e sei domenica (Bologna, Campobasso, Frosinone, Latina, Perugia e Roma). Sabato l’allerta di livello 2 («bollino arancione», con rischi per la salute dei sottogruppi di popolazione più esposti quali bambini, anziani, affetti da patologie croniche) riguarderà ben undici città domani (Bologna, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Rieti, Roma,Torino,Verona e Viterbo) e cinque domenica (Brescia, Firenze, Rieti, Verona e Viterbo). Elevate anche le temperature percepite: domani sono previsti 39 gradi a Bologna, 38 a Latina, 37 a Verona, 36 a Brescia, Firenze, Frosinone e Roma; domenica 38 a Bologna e Latina, 37 a Verona, 36 a Brescia, Firenze, Frosinone, Perugia, Rieti, Roma e Viterbo. 

 

I DETTAGLI SULL’ONDATA DI CALORE  

Questa volta l’Anticiclone africano (sempre la stessa struttura che causa le ondate di caldo intenso sul nostro Paese) si estenderà per circa 3000 km, partendo dal Sahara occidentale e dirigendosi verso la regione alpina e su parte dei Balcani. L’ondata di caldo interesserà anche la Francia dove è prevista un’intensificazione del caldo. Per il nostro Paese si tratta della terza ondata di caldo della stagione. 

 

ANOMALIE DI TEMPERATURA MASSIMA  

Si registreranno anomalie significative, con valori anche di +8-9°C superiori alle medie di questo periodo nelle fasi di picco dell’ondata.  

 

NOTTI TROPICALI  

Durante la notte le temperatura faticherà a scendere, con minime nettamente superiori ai 20°C, con crescente disagio notturno, e addirittura nelle aree urbane potranno spesso mantenersi oltre i 24/25 °C. Caldo intenso anche nelle ore di tarda serata. 

 

TEMPERATURE PERCEPITE  

I livelli di umidità presente nei bassi strati dell’atmosfera tenderanno ad aumentare giorno dopo giorno, con una maggior sensazione di caldo: le temperature percepite arriveranno fino a valori intorno ai 40°C con possibili effetti negativi sulla salute soprattutto di anziani, bambini e persone affette da malattie croniche. 

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno