La faccia di Jane Austen e la tecnica italiana, ecco la nuova banconota da 10 sterline

È in materiale plastico per allungarne la durata e evitare la contraffazione, realizzata dalla Cerutti Packaging equipment
AP


Pubblicato il 18/07/2017
Ultima modifica il 22/07/2017 alle ore 10:01

La Banca d’Inghilterra ha svelato oggi a Winchester, dove Jane Austen è sepolta, la nuova banconota da 10 sterline che ritrae la scrittrice, a 200 anni dalla morte. Pezzo che va a sostituire l’attuale con Charles Darwin. Come quella da 5 sterline dello scorso anno (con Sir Winston Churchill) la nuova banconota è di «plastica», ossia è formata da un polimero speciale a prova d’acqua, di usura e contraffazione, che ne allunga la durata rispetto a quelle di carta in circolazione. La banconota da 10 sterline, così come quella da 5, è stata realizzata da una delle aziende leader nel mondo per le macchine da stampa: la Cerutti Packaging equipment del gruppo «Officine Meccaniche Cerutti», quartier generale a Casale Monferrato, centro ricerche a Vercelli, stabilimenti produttivi in entrambe le città. 

 

 

Il nuovo pezzo da 10 sterline entrerà in uso a settembre. Anche per questa nuova banconota si sono scatenati gli animalisti ed alcuni religiosi perché il composto con cui è fatto include del sego (grasso animale). La Banca d’Inghilterra sta cercando un alternativa ma ha annunciato che sarà pronta solo nel 2020 per la banconota da 20 sterline, che ritrarrà il pittore J. M. W. Turner. 

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno