Esodo estivo, il decalogo per una partenza a prova di imprevisti

È fondamentale assicurarsi che anche l’automobile sia “pronta per le vacanze”


Pubblicato il 10/08/2017

Il momento tanto atteso (e temuto) dai vacanzieri è alle porte: il grande esodo verso la meta delle ferie. Che si trascorra il Ferragosto al mare, in montagna o al lago, per milioni di italiani le vacanze coincidono con il momento in cui si sale in macchina per quello che può diventare un vero e proprio viaggio della speranza. A meno che non si parta preparati. 

 

E con “preparazione” non si intende solo pensare alla cosiddetta “partenza intelligente”, scegliendo di iniziare il viaggio nel giorno e nella fascia oraria in cui si spera di trovare meno traffico, ma anche mettersi al volante di un’auto perfettamente revisionata, equipaggiata e pronta a macinare km in totale sicurezza e confort.  

 

Per chi si prepara a partire per le ferie, dunque, ecco un breve decalogo da seguire per essere certi di avere preso tutte le precauzioni utili per viaggiare al meglio: 

 

1. Prima di partire, sottoporre l’auto (o qualsiasi altro mezzo si sia scelto per le ferie) a un check-up completo. L’ideale è rivolgersi a officine specializzate, che spesso in periodo estivo offrono tariffe vantaggiose per chi decide di revisionare motore e meccanica. 

 

2. Controllare il livello dell’olio, dell’acqua e del liquido tergicristalli: in entrambi i casi fare questa operazione prima di partire consente di evitare un “pit stop” nelle aree di sosta dell’autostrada, con conseguenti ritardi e possibili sovrapprezzi. 

 

3. Controllare luci e tergicristalli: lampadine ormai datate e spazzole usurate vanno sostituite prima di mettersi in viaggio, non soltanto per ragioni di sicurezza, ma anche di praticità. 

 

4. Esaminare il bagagliaio e fare qualche “prova” con le valigie per capire la tipologia di carico e cercare la soluzione ottimale non soltanto per caricarle, ma anche per evitare scompensi dal punto di vista del peso (con conseguente dispendio di carburante). L’ideale è sistemare le valigie più pesanti sul fondo, bilanciando il peso sui due lati, e togliere la cappelliera in caso di necessità. Attenzione, però, a non coprire la visibilità del lunotto posteriore.  

Qui, invece, le regole per assicurare il carico sul tetto dell’auto.  

 

5. Controllare lo stato dei freni: pastiglie, dischi e ammortizzatori devono essere in perfetto stato, soprattutto quando l’auto è a pieno carico. Se fischiano o “grattano”, meglio investire in un cambio last minute. 

 

6. Sostituire la batteria se si ha l’impressione che sia ormai esaurita: non c’è nulla di peggio che rimanere bloccati in autostrada per una coda, e poi non riuscire a ripartire. 

 

7. Attenzione allo stato delle gomme , non soltanto per quanto riguarda il set montato, ma anche della ruota di scorta. La pressione va controllata attentamente prima di partire, il battistrada dev’essere nei limiti di legge di 1,6 mm e in caso di tagli, segni o bolle è meglio sostituire lo pneumatico: una rapida sosta da un distributore di benzina o da un gommista consente di scongiurare ogni dubbio. 

 

8. Ricaricare il condizionatore e pulire il filtro dell’aria è indispensabile se di affrontano lunghi viaggi in autostrada: se dalle bocchette esce aria tiepida e stantia, è il momento di cambiare. 

 

9. Controllare assicurazione, bollo e revisione. I documenti devono essere tutti in regola, soprattutto nelle giornate di esodo, quando i controlli su strada aumentano. Idem la patente: se la scadenza cade proprio durante le vacanze, meglio rinnovarla prima. I più scrupolosi e previdenti possono anche pensare di estendere l’assicurazione a parenti o amici con cui viaggiano, e includere anche il carro attrezzi: in caso di necessità, sarà sufficiente chiamare il numero indicato dalla propria compagnia per essere certi di ricevere pronta assistenza senza pagare sovrapprezzi. 

 

10. Partite equipaggiati: triangolo, giubbotto ad alta visibilità, cric e gomma di scorta sono il set base, cui si può aggiungere una torcia, un piccolo estintore, un kit di gonfiaggio d’emergenza in caso di foratura. Un investimento utile potrebbe essere inoltre un caricabatterie da auto per cellulari. E ovviamente, bottigliette d’acqua e snack da tenere a portata di mano nel caso in cui si sia così sfortunati da restare bloccati in lunghe code. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie