Murdoch, rosso da 429 milioni per colpa dei giornali inglesi


Pubblicato il 12/08/2017
Ultima modifica il 20/08/2017 alle ore 02:30
londra

I giornali inglesi e australiani portano giù in conti di Rupert Murdoch. News Corp, il gruppo del magnate, ha infatti chiuso il quarto trimestre fiscale (terminato a fine giugno) con una perdita di 429 milioni di dollari (74 centesimi ad azione) contro un utile netto di 89 milioni (15 centesimi) registrato nello stesso periodo del 2016.  

 

Al netto di voci non ricorrenti, il gruppo di Rupert Murdoch, che pubblica tra l’altro il Wall Street Journal, ha riportato un utile per azione di 11 centesimi, leggermente superiore alla stima media di 10 cent avanzata dagli analisti. I ricavi sono calati del 7% a 2,08 miliardi di dollari, sotto la stima media di 2,11 miliardi. 

A pesare sui conti, oltre al calo di abbonati e delle entrate pubblicitarie, hanno influito le oscillazioni valutarie e alcune svalutazioni su attività in Australia e Gran Bretagna, soprattutto, come detto, quelli della carta stampata.  

 

Utile netto migliore delle aspettative, invece, per l’altro gigante di Murdoch, 21st Century Fox: utili netti attribuibili ai soci del gruppo per 476 milioni di dollari, in calo del 16% circa dai 567 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. L’azienda ha inoltre spiegato che resta ancora aperta la partita per prendere il controllo della britannica Sky.  

 

Ricordando di avere ricevuto i via libera delle autorità competenti di vari Paesi tra cui quello italiano, 21st Century Fox ha sottolineato come ancora manchi il semaforo verde del Regno Unito. In una nota a commento dei conti, Rupert Murdoch e i figlio Lachlan nelle vesti di presidenti esecutivi di 21st Century Fox hanno spiegato che l’anno fiscale 2017 è stato «forte». 

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI  

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno