Finale da urlo nella MotoGp d’Austria, Dovizioso trionfa davanti a Marquez

AP


Pubblicato il 13/08/2017
Ultima modifica il 13/08/2017 alle ore 20:07
Zeltweg (austria)

Una gara senza respiro, che si è decisa nelle ultime due curve, con un doppio incrocio di traiettorie al limite del contatto. Il Red Bull Ring si è trasformato in un ring e Dovizioso è riuscito a mettere a segno il colpo del KO all’ultimo secondo dell’ultima ripresa. Andrea ha affrontato a muso duro Marc dall’inizio alla fine, rispondendo colpo su colpo e portando la Ducati sulla 3ª volta quest’anno la Ducati sul gradino più alto del podio. 

 

Una gara magistrale, in cui il Dovi ha fatto vedere di sapere rischiare quando serve e consegnando alla storia del motociclismo il duello con Marquez. «Sono veramente felice, è stato un fine settimana difficile. La battaglia è stata bella, ma avere Marquez alle spalle all’ultimo giro è la cosa peggiore che ti puoi capitare. Vincere così è bellissimo» ha esultato l’italiano. 

 

«Ero veramente al limite oggi ma ho cercato di gestire la situazione al meglio. All’ultimo giro ci ho provato e all’ultima curva ero oltre al limite: questa è la MotoGp, questo il suo spettacolo. La prossima volta ci riproverò» ha riso Marc. 

A chiudere il podio Pedrosa, che ha preceduto un Lorenzo che ha infiammato i primi giri della gara prima di perdere posizioni. Una disfatta per le Yamaha che puntavano in alto, con la M1 satellite (e dell’anno scorso) guidata da Zarco al 5° posto, davanti alle ufficiali di Viñales e Rossi, 6° e 7°. 

 

Per la coppia in blu, significa perdere punti importantissimi in classifica. Marquez resta al comando con 174 punti, 16 in più di Dovizioso ora 2°. Scivola a -24 invece Maverick, mentre Rossi è a 33 lunghezze dalla vetta, 2 in meno di Pedrosa. 

 

 

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

TV due ruote

I più letti del giorno

I più letti del giorno