Segnalazioni semaforiche e degli agenti


Pubblicato il 22/08/2017
Ultima modifica il 22/08/2017 alle ore 09:32

Il semaforo è un dispositivo luminoso situato in genere in prossimità di un incrocio, che serve a regolare il traffico e la circolazione di tutti i veicoli.

Verifica la conoscenza dell’argomento con i nostri quiz relativi all’argomento

E’ formato da 3 luci:

• Luce rossa: può essere più grande rispetto alle altre per garantire una migliore visuale in lontananza ed è quella collocata più in alto o più a sinistra nei semafori messi in orizzontale. Obbliga a fermarsi entro la striscia trasversale di arresto e non consente le svolte;

• Luce gialla fissa accesa: occupa una posizione intermedia tra la luce rossa e quella verde, si illumina dopo lo spegnimento di quella verde e indica di arrestarsi solo in condizioni di sicurezza, mentre obbliga a sgomberare l’incrocio a chi lo ha già impegnato. Quando invece si accende la luce gialla lampeggiante oppure in presenza di semaforo guasto o spento, è permesso attraversare l’incrocio, limitando però la velocità e prestando prudenza;

• Luce verde: permette di attraversare l’incrocio, solo se si è sicuri di poterlo liberare prima che si illumini la luce rossa. E’ consentito proseguire dritto, svoltare a destra dando precedenza ai pedoni, o svoltare a sinistra dando precedenza ai pedoni e ai veicoli che giungono di fronte.

In caso di luce verde accesa da molto tempo, bisogna avanzare con cautela per arrestarsi in sicurezza se si accende la luce gialla.

I semafori veicolari di corsia regolano lo scorrimento di tutti i veicoli, solo secondo le direzioni segnalate dalla relativa freccia accesa:

• Freccia rossa accesa: impone ai veicoli diretti nel senso della freccia di arrestarsi;
• Freccia verde accesa: permette di procedere nelle direzioni accese;
• Freccia gialla fissa accesa: bisogna sgomberare l’incrocio se lo si ha già attraversato o fermarsi in condizioni di sicurezza;
• Freccia gialla lampeggiante accesa o tutte le frecce spente: si può impegnare l’incrocio, prestando attenzione.
I mezzi pubblici dispongono di speciali semafori che mostrano le direzioni verso cui è permesso loro dirigersi. Esistono vari tipi di luci:
• Barra o luce bianca orizzontale accesa: obbliga a fermarsi;
• Triangolo giallo acceso: preannuncia di arrestarsi;
• Barra bianca verticale accesa: permette di procedere dritto;
• Barra bianca obliqua verso destra o sinistra illuminata: consente di proseguire verso destra o sinistra, secondo la barra che si illumina.
Il semaforo per pedoni gestisce l’attraversamento di quest’ultimi negli incroci e presenta anch’esso tre luci:
• Luce rossa accesa: vieta ai pedoni di attraversare l’incrocio in quell’istante;
• Luce gialla fissa accesa: obbliga ai pedoni che si trovano all’interno dell’incrocio di liberarlo velocemente, mentre impone di non attraversare l’incrocio a coloro che sono ancora sul marciapiede;
• Luce verde accesa: impone ai conducenti di veicoli di dare precedenza ai pedoni, i quali possono attraversare la strada.

 

Preparati all’esame con i quiz per argomento

Semaforo per biciclette: riservato solo ai conducenti di velocipedi, posto su piste ciclabili e adibito a regolare il passaggio di quest’ultimi sulla strada. Si compone di tre luci:

• Luce rossa accesa: obbliga a fermarsi;
• Luce gialla accesa: impone di arrestarsi solo in condizioni di sicurezza, diversamente, sgomberare in breve tempo l’incrocio;
• Luce verde accesa: è consentito il transito esclusivamente ai conducenti di velocipedi.

Semafori veicolari per corsie reversibili: disciplinano la circolazione di tutti i veicoli, incluse le biciclette, nelle carreggiate sia a unico che a doppio senso con almeno tre corsie, o anche gli ingressi autostradali.
Luce rossa a forma di X accesa: è vietato marciare su quella corsia in quel momento o occupare il casello;
Luce con freccia gialla lampeggiante: obbliga a lasciare la corsia sulla quale si transita, per poi trasferirsi su quella indicata dalla freccia;
Luce con freccia verde accesa: permette di occupare la corsia o l’entrata del casello, ma anche di proseguire la marcia su quella corsia.
Quando si trova una luce circolare gialla lampeggiante ai semafori è conveniente viaggiare con prudenza e limitare la velocità. Se posta da sola, preavvisa un pericolo generico o un punto critico della strada, la si trova inoltre nei semafori veicolari quando il rosso e il verde non sono accessi. Invece se al suo interno vi è l’immagine del pedone o della bicicletta illuminata, significa che bisogna dar loro precedenza; entrambe le luci sono accompagnate da un semaforo veicolare.

DUE LUCI ROSSE LAMPEGGIANTI ALTERNATAMENTE: possono essere situate in prossimità di passaggi a livello con semibarriere o senza (restano attive fino al totale sollevamento delle semibarriere e fino alla fine del passaggio del treno), di varchi ai ponti mobili o di punti di imbarco delle navi, possono inoltre indicare di arrestarsi per la presenza di aerei in atterraggio o in decollo. Quando queste luci entrano in funzione, oltre a fermarsi, i veicoli non devono oltrepassare la striscia di arresto, né il dispositivo, possono procedere solo dopo lo spegnimento delle luci.
In vicinanza di un passaggio a livello con luci rosse lampeggianti e semibarriera ancora sollevata, bisogna ad ogni modo arrestarsi e non accelerare per passare rapidamente, anche se non è in arrivo nessun treno. In genere queste luci sono collocate in corrispondenza dei binari, sul lato destro della carreggiata e sono completate da uno strumento acustico.
SEMAFORI DI ONDA VERDE: posti su strade con diverse intersezioni, sono semafori sincronizzati. Si illumina una luce per volta, sulla quale è indicata la velocità consigliata da tenere per trovare il semaforo verde al prossimo incrocio, potendo quindi beneficiare dell’onda verde.

COMUNICAZIONI DEGLI AGENTI DEL TRAFFICO
Lo svolgimento dei servizi di polizia stradale è compito anche di tutte le forze dell’ordine e le loro disposizioni prevalgono su tutte le altre. Per esigenze di sicurezza legate al traffico stradale, gli agenti possono ordinare o annullare qualsiasi manovra e comportamento, pur se in contraddizione con la segnaletica, ed esempio possono far aumentare o diminuire la velocità dei veicoli, bloccare e dirigere file di veicoli ecc..

Gli agenti hanno il compito di:
• Controllare lo stato e l’attrezzatura del veicolo;
• Sospendere la marcia ai veicoli che presentano delle mancanze o anomalie tali da compromettere la sicurezza della circolazione, ad esempio quando i pneumatici mostrano difetti;
• Imporre ai conducenti dei veicoli privi di strumenti antisdrucciolevoli, quali catene e gomme da neve, quando stabiliti, di arrestarsi o di procedere con molta cautela;
• Richiedere i documenti di circolazione del conducente e del veicolo.
I segni distintivi degli agenti sono l’uniforme e la paletta bianca e rossa, chiamata anche “segnale distintivo”.

indicazione degli agenti
Vigile a braccia aperte allungate verso la nostra direzione di marcia: corrisponde alla luce rossa del semaforo, è vietato dunque l’attraversamento dell’incrocio, occorre fermarsi prima della striscia di arresto e non è concesso compiere nessuna svolta.
Vigile di profilo con braccia aperte: corrisponde alla luce verde del semaforo, si può proseguire dritto, svoltare a destra o a sinistra dando le rispettive precedenze.
Vigile con un braccio alzato in verticale: corrisponde alla luce gialla fissa del semaforo, occorre fermarsi prima dell’incrocio solo se si è certi di non creare pericolo, in caso contrario liberarlo nel minor tempo possibile.
Vigile con braccia aperte orizzontalmente e ad angolo retto, con il braccio destro in avanti: possono svoltare a destra o sinistra e procedere dritto i veicoli provenienti dalla sua sinistra; vieta invece di procedere in qualsiasi direzione ai veicoli che arrivano di fronte o dietro di lui e blocca quelli giungenti dalla sua destra.

SUONO PROLUNGATO DEL FISCHIETTO DEGLI AGENTI DEL TRAFFICO: in questo caso tutti i veicoli devono fermarsi per permettere il transito dei veicoli in servizio di emergenza. Coloro che si trovano in vicinanza di un incrocio devono fermarsi in condizioni di sicurezza, mentre chi ha già occupato l’incrocio deve sgomberarlo e fermarsi subito dopo. Inoltre il suono prolungato può significare di arrestarsi, in caso di infrazione di una norma.

I conducenti di autoveicoli e motoveicoli devono fermarsi alle richieste degli agenti ed esibire i documenti obbligatori da avere a bordo del proprio veicolo, vale a dire:
• Carta di circolazione;
• Patente di guida valida o foglio rosa;
• Contrassegno e certificato di assicurazione
Non si è tenuti a mostrare il certificato di proprietà del veicolo o il bollo, in quanto non fanno parte dei documenti obbligatori da tenere a bordo del veicolo. Gli agenti possono infine richiedere di esporre il triangolo mobile di pericolo, parte integrante dell’equipaggiamento obbligatorio.

 

 

Verifica la tua preparazione all’esame con i nostri quiz fac-simile esame, per argomento o seguendo le nostre video-lezioni

 

home

home

tutte le foto e i video