“CinemadaMare” A Vercelli giovani registi da oltre cinquanta Paesi

Special guest l’attore Matteo Branciamore de “I Cesaroni”


Pubblicato il 28/08/2017
Ultima modifica il 29/08/2017 alle ore 15:59
vercelli

Un centinaio di filmmaker da oltre 50 Paesi da oggi - lunedì 28 agosto - sono a Vercelli a caccia di spunti e inquadrature, pronti a confezionare corti in cui il capoluogo e la sua storia faranno da sfondo. Vercelli respira aria di cinema. È partita la tappa di «CinemadaMare», rassegna internazionale itinerante del cinema digitale e di formazione cinematografica ideata e coordinata dal giornalista Franco Rina che ha ringraziato per l’ospitalità e che quest’anno conta sulla sponsorizzazione di Atena.  

 

La presentazione in municipio, alla presenza di diversi ospiti, ha visto come special guest l’attore Matteo Branciamore, volto noto de «I Cesaroni», e protagonista del film di Massimo Scaglione «Il mondo di mezzo», proiettato in piazza Cavour. Nel fitto programma di «CinemadaMare» ci sono proiezioni e workshop, in calendario tutta la settimana: ogni sera piazza Cavour si trasformerà in un cinema all’aperto con la presenza anche di attori e registi. Mercoledì il pubblico potrà vedere «Non c’è due senza te», con l’attore e sceneggiatore Fabio Troiano. E poi tanti workshop sul cinema nell’aula magna dell’Università. Si comincia domani mattina con Armando Maria Trotta, docente di sceneggiatura che terrà una lezione sulla scrittura per il cinema.  

 

Altri saranno a cura della Film Commission Piemonte: Vercelli potrebbe diventare set di diverse produzioni, ha detto il vicepresidente Davide Bracco. «Il nome della città arriverà al festival di Venezia – ha spiegato il sindaco -, visto che l’ultima tappa di “CinemadaMare” sarà in laguna. Stiamo inoltre raccogliendo materiale audiovisivo per valorizzare al meglio il Sant’Andrea in vista dell’anniversario degli 800 anni di fondazione che cadrà nel 2019»

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi