L’ultimo abbraccio a Giovanna Pellizzon, per anni anima dell’Avis ossolana

Malata da tempo, attualmente era presidente onoraria del gruppo di Domo

Al centro Giovanna Pellizzon


Pubblicato il 29/08/2017
Ultima modifica il 30/08/2017 alle ore 09:59
DOMODOSSOLA

Si è tenuto venerdì nella chiesa del Badulerio a Domodossola il funerale di Giovanna Pellizzon, 88 anni, anima per decenni dell’Avis Ossolana. Presidente onoraria dal 2008, tra la fine degli Anni Novanta e i primi Anni Duemila ha ricoperto per molto tempo i ruoli di presidente e vice presidente dell’associazione dei donatori di sangue dell’Ossola. Da quando si era ammalata, colpita da un ictus, aveva dovuto seguire meno le attività sebbene la sua presenza non sia mai venuta a meno. 

 

Ha contribuito a fondare il gruppo giovani e l’atletica Avis Ossolana; è stata riferimento per molti. «La conobbi nel 2004 quando entrai a far parte della famiglia avisina come donatore e del gruppo giovani - riferisce Luca Consonni, attuale presidente - infondeva voglia di fare e lavorare per un bene comune».  

L’amica e consigliera Avis Christine Sinoquet, ex presidente Avis, la ricorda come una persona dinamica votata al bene dell’associazione: «Di fronte alle difficoltà non si è mai tirata indietro: una donna d’esempio di forza e determinazione». 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi