Dacia Duster, nuovo look per il Suv “a buon mercato”

Il marchio di auto low-cost rinnova un modello di successo con alcuni tocchi decisi allo stile


Pubblicato il 01/09/2017
Ultima modifica il 02/09/2017 alle ore 06:18

La Dacia Duster si rinnova: il costruttore romeno di proprietà Renault è pronto a esporre il suo Suv “low-cost” al Salone di Francoforte del prossimo mese. Di fatto l’impostazione (e le lamiere della carrozzeria) della seconda generazione della Duster rimane praticamente identica al modello attualmente a listino, nato nel 2010. Una ricetta che commercialmente funziona alla grande e che è valsa fino a oggi oltre un milione di unità vendute. 

 

CAIBAL

 

Svelata nella sgargiante tinta “Atacama Orange”, la Duster si distingue per gruppi ottici e calandra anteriore ammodernati. Inalterati i tocchi che rendono omaggio al mondo delle fuoristrada, come gli elementi in plastica grezza del fondo vettura, esaltati da scivoli satinati posizionati all’anteriore e al posteriore. Come si legge nella nota ufficiale diramata dalla casa, il parabrezza è stato “avanzato di 10 centimetri rispetto all’attuale Duster e più inclinato” per allungare la cabina e offrire una sensazione di maggior volume interno. 

 

CAIBAL

La rinnovata Duster (a sinistra) a confronto con le precedenti versioni  

 

Dacia non ha diramato alcun dettaglio tecnico su piattaforma costruttiva e motori: giova ricordare che attualmente l’offerta motoristica del modello si basa su 2 propulsori a benzina - un aspirato da 1,6 litri di cilindrata e 115 CV e un turbo di 1,2 litri da 125 CV - e un turbodiesel di 1,5 litri di cubatura da 90 o 110 CV di potenza massima. In opzione la trazione integrale permanente (4 ruote motrici). Per saperne di più sulla Duster di seconda generazione bisognerà attendere ancora un paio di settimane. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie