Bentley Continental GT, la coupé è tutta nuova

La due porte del marchio di lusso inglese è costruita sulla nuova piattaforma condivisa con Audi e Porsche


Pubblicato il 02/09/2017
Ultima modifica il 03/09/2017 alle ore 08:36

È una granturismo dalle caratteristiche quasi perfette la nuova Bentley Continental GT: la terza generazione della coupé deve replicare il successe delle 2 precedenti edizioni, vendute in oltre 66 mila esemplari dal 2003. Per questo l’auto è stata evoluta stilisticamente e completamente rinnovata sottopelle: lunga 4,8 metri, è costruita sulla piattaforma modulare “Msb” – condivisa con Porsche e Audi e caratterizzata dal motore installato longitudinalmente – e rivestita da una carrozzeria in alluminio; caratteristica che sulla bilancia contribuisce a far risparmiare alla Conti GT circa 80 kg di peso rispetto al modello precedente.  

 

Anche se poi il peso in ordine di marcia (con guidatore, benzina e i liquidi) è superiore a 2.200 kg: si tratta del prezzo che la bilancia chiede alla causa del lusso. A proposito: il guidatore può scegliere fra 17 vernici per la carrozzeria, 15 tipi di moquette, 15 varietà di rivestimenti in pelle, sedili elettrici con 20 regolazioni e un impianto audio da 18 altoparlanti e 2.200 watt (a richiesta). Nell’abitacolo sono presenti 10 metri quadrati di legno.  

 

CAIBAL

 

Se non bastassero l’opulenza dei materiali e la maniacale cura di assemblaggio, a rendere spettacolari gli interni dell’auto ci pensa anche il nuovo impianto multimediale: è basato su un display da 12,3 pollici a scomparsa che all’occorrenza può essere spento e rimpiazzato da tre strumenti analogici (termometro, bussola e cronometro). Pure il tachimetro è ora digitale. 

 

L’auto è stilisticamente ispirata alla EXP 10 Speed 6, concept car ibrida esposta al Salone di Ginevra nel 2015. Sotto al cofano anteriore scalpita un motore W12 biturbo di 6 litri, capace di 635 CV di potenza (45 in più rispetto alla precedente) e 900 Nm di coppia motrice, condiviso con il Suv Bentayga: è collegato a un cambio doppia frizione a 8 rapporti (lo stesso della Porsche Panamera) e scarica la sua potenza a terra tramite le 4 ruote motrici. Inebrianti le prestazioni: la GT scatta da 0 a 100 orari in 3,7 secondi e tocca una velocità massima di 333 km/h.  

 

CAIBAL

 

Non che il dato interessi i fortunati acquirenti, ma per dovere di cronaca va detto che il consumo medio è sceso del 16% nel passaggio generazionale: peraltro, in determinate condizioni di guida, il motore può funzionare a 6 cilindri per aumentare l’efficienza. Le qualità di comfort stradale sono garantite dalle inedite sospensioni pneumatiche, collegate a barre antirollio ad azione regolabile attraverso vari programmi di guida. La Conti GT poggia su cerchi in lega da 21”, ma in opzione ci sono quelli da 22”. 

 

Al capitolo “tecnologia e sicurezza” la Conti GT annovera i fari a matrice di led, la frenata automatica di emergenza con riconoscimento del pedone, il sistema di monitoraggio della segnaletica stradale, cruise control adattivo con start&stop, head-up display (proietta le principali informazioni di guida sul parabrezza), visore notturno a infrarossi e sistema di mantenimento automatico della propria corsia di marcia.  

 

Per vederla dal vivo bisognerà attendere il Salone di Francoforte del prossimo mese, mentre la commercializzazione - il prezzo non è noto, ma quello del vecchio modello partiva da 226 mila euro circa - avverrà a inizio 2018, quando la GT andrà a fare concorrenza all’Aston Martin DB 11 e alla Mercedes S Coupé. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

 

CAIBAL

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie