Viveva da eremita, scoperto cadavere dopo 9 mesi

Il decesso è avvenuto lo scorso inverno, ma solo il caldo estivo e l’odore hanno portato al ritrovamento
ANSA


Pubblicato il 07/09/2017
Ultima modifica il 07/09/2017 alle ore 17:34
milano

Viveva da eremita, lo hanno trovato cadavere dopo nove mesi dall’ultimo contatto. A dare l’allarme nella giornata di mercoledì 6, il portinaio di uno stabile in via Benedetto Cacciatori (quartiere Baggio) insospettito dai miasmi che uscivano dall’appartamento di un uomo di 58 anni. Il primo ad arrivare sul posto è stato il fratello della vittima che, in seguito, ha avvertito la polizia e i vigili del fuoco. Una volta forzata l’entrata dell’abitazione, gli agenti si sono trovati di fronte una scena raccapricciante: il corpo dell’inquilino era steso supino sul letto, sotto delle coperte, e indossava un piumino e dei vestiti invernali. A causa dell’avanzato stato di decomposizione, molto vicino alla mummificazione, il riconoscimento è stato possibile solo grazie ai capelli rasta e la barba incolta. 

 

LEGGI ANCHE Mummificato in casa: quando si vive da morti  

 

Secondo i famigliari, la vittima aveva scelto da tempo di vivere in modo isolato. A novembre l’ultimo avvistamento da parte di un nipote all’interno di una biblioteca cittadina. Un mese dopo, a dicembre, sono terminati tutti i contatti, tanto che in un primo momento i parenti pensarono si fosse allontanato dalla città senza darne notizia, come già fatto diverse altre volte. D’altronde, senza telefono fisso o cellulare, l’uomo era impossibile da raggiungere, come dimostrato dalle molte mail inviate dal fratello e mai lette. Forse perché la vittima, oltre al riscaldamento, aveva rinunciato anche all’elettricità. Figuriamoci la connessione internet. 

 

Analizzata la scena, non ci sono certezze sulla causa della morte. In ogni caso, gli inquirenti ipotizzano che l’uomo sia deceduto nove mesi fa, mentre il cadavere sarebbe stato scoperto solo a causa del caldo estivo che ne avrebbe accelerato la putrefazione. Un processo che finora era stato rallentato dalla temperatura dell’ambiente, mantenuta bassa dalle finestre e gli infissi chiusi. 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno