“Nostra figlia è vaccinata, abbiamo scelto la scuoletta parentale per il progetto”

Parla una madre che ha fatto vaccinare la figlia e l’ha iscritta alla “Montessori” di Orbassano
ANSA


Pubblicato il 10/09/2017
Ultima modifica il 10/09/2017 alle ore 10:15
ORBASSANO

Erika Littera, impiegata di 38 anni di Vinovo, è mamma di un bambino di tre anni. 

I titolari della Scuoletta non si sono fatti praticamente pubblicità eppure, al primo anno, dei 150 posti disponibili ne sono rimasti liberi solo 20.  

 

Come è venuta a sapere dell’esistenza della Montessori?  

«Per caso, chiacchierando con altre mamme. Mio figlio ha 3 anni e mezzo e ha appena finito il nido. Una amica ci ha parlato di questo posto e siamo venuti a vederlo. L’impressione è stata ottima: c’è tutto quello di cui un bambino può avere bisogno». 

 

Che cosa l’ha spinta a decidere ?  

«Senza dubbio l’offerta formativa. Il bambino ha qualche problema di udito e deve essere seguito in modo particolare. Credo che imparare attraverso l’esperienza pratica sia fondamentale per lui. Senza contare che trascorrere molte ore all’aperto, in un parco bellissimo, circondato da animali sia senza dubbio un’esperienza positiva». 

 

Alla Montessori non sono necessarie le vaccinazioni, ma suo figlio è regolarmente vaccinato. Per lei è un problema?  

«Assolutamente no. Io credo che i vaccini siano importanti, anzi importantissimi. Ma ognuno è libero di pensarla come vuole. Ho fatto un colloquio, mi hanno illustrato il progetto e l’ho trovato perfetto per mio figlio. È l’unica cosa che conta».

 

home

home