A Ceresole muore alpinista francese di 27 anni

È precipitato al suolo durante le calate in corda doppia lungo la via Diedro Nanchez alla parete del Caporal


Pubblicato il 11/09/2017
Ultima modifica il 12/09/2017 alle ore 07:36

Un giovane alpinista francese di appena 27 anni di Montpellier è morto sulla parete del Caporal a Ceresole Reale. L’allarme è arrivato poco dopo le 18,30 alla Centrale Operativa di Grugliasco attraverso una chiamata al 112 di un compagno della vittima il quale ha raccontato della disgrazia accaduta all’amico precipitato durante le calate in corda doppia lungo la via Diedro Nanchez alla parete del Caporal a Ceresole Reale.  

 

«Nonostante l’avvicinarsi del tramonto - dice il comunicato della Centrale operativa - l’eliambulanza del 118 è immediatamente decollata raggiungendo il luogo dell’incidente dove sono stati sbarcati un tecnico e un medico che hanno constatato il decesso dell’uomo a causa dei traumi riportati durante una caduta da 80 metri circa». Con un secondo volo, altri due tecnici del sono stati calati con un verricello a monte della via di arrampicata per raggiungere il compagno della vittima, illeso, ma bloccato in parete e privo di corde.  

 

 

Mentre l’elicottero ritornava alla base, lo scalatore che s’è salvato è stato calato alla base della parete, dove erano in corso le procedure di recupero della salma «che è stata ricondotta a valle su una barella - prosegue il comunicato - e consegnata ai carabinieri per le operazioni di riconoscimento». I militari non hanno ancora fornito l’identità né della vittima, né del compagno che s’è salvato. 

Scopri il nuovo TuttoLibri e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno