Rapinatore maldestro arrestato per aver lasciato nel supermercato il cellulare

Nel supermercato di via Madama Cristina era stato respinto dalla reazione della cassiera che aveva gridato a squarciagola


Pubblicato il 11/09/2017
Ultima modifica il 11/09/2017 alle ore 14:16

Come rapinatore di supermercati non ha dato prova di grande maestria criminale. Non solo è stato respinto dalla reazione di una cassiera, ma nella fuga ha perso anche il telefono cellulare, lasciando un indizio prezioso alla polizia che lo ha subito arrestato.  

 

LEGGI ANCHE: Rapinatori seriali arrestati dalla squadra mobile di Torino  

 

È la storia di un rapinatore maldestro, di 38 anni, italiano, che l’altro giorno ha cercato di svaligiare una cassa di un supermercato di via Madama Cristina, armato di coltello. La cassiera si messa a gridare aiuto a squarciagola spaventando il bandito. L’uomo, uscito dal locale, si è liberato del coltello, che ha abbandonato all’estero dell’esercizio. Qualche metro più in là ha perso il cellulare. Gli agenti di una volante, intervenuti in via Madama Cristina, sbirciando tra i messaggi hanno trovato un sollecito per la scadenza della polizza assicurativa associata alla sua autovettura. Così dal numero di targa dell’auto e del profilo Facebook, i poliziotti hanno scoperto l’abitazione del trentottenne. L’uomo è stato arrestato sul pianerottolo di casa, mentre cercava di lasciare la città. Per non farsi riconoscere se ne andava in giro sotto casa indossando un grande accappatoio rosso.  

 

LEGGI ANCHE: Sono in difficoltà economica e si reinventano rapinatori  

 

Nel corso degli accertamenti i poliziotti hanno scoperto che l’uomo si era reso responsabile di un’altra rapina, in via Botero, dove, armato di un coccio di vetro, era riuscito a sottrarre 830 euro dalla cassa di un altro supermercato per poi fuggire a piedi.  

Scopri il nuovo TuttoLibri e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno