In provincia inizia la scuola per 46.202 studenti

Mancano però ancora insegnanti di sostegno, personale amministrativo e bidelli

Ricomincia l’anno scolastico


Pubblicato il 11/09/2017
ALESSANDRIA

Oggi, in provincia, al suono della campanella, saranno 46.202 gli studenti che torneranno sui banchi per affrontare le sfide del nuovo anno scolastico. Un piccolo esercito armato di astucci, quaderni e diari. Alla scuola dell’infanzia – i dati sono quelli dell’Ust, l’ufficio scolastico territoriale, guidato da Franco Calcagno – entreranno in 7.209 mentre alle elementari è attesa la truppa più nutrita, con ben 15.789 studenti. Le aule delle scuole medie si riempiranno invece di 8.400 alunni mentre alle superiori si assisterà alla carica di 14.804 ragazzi, tra licei, istituti tecnici e professionali. Le classi istituite quest’anno, per ogni ordine e grado, sono 2.272: ne è stata persa una dozzina.  

 

Gli studenti, in leggero ma costante calo (quest’anno soffrono soprattutto le medie), restano comunque un enorme mosaico di personalità, talenti e aspirazioni che saranno gli insegnanti a dover coltivare fino al prossimo giugno. In cattedra, in base alle concessioni fatte dal ministero, saliranno in 4.745, tra i quali 813 insegnanti di sostegno. Nel dettaglio: 626 docenti nell’infanzia (più 124 di sostegno), 1262 alle elementari (e 296 di sostegno), 852 alle medie (più 225 di sostegno) e 1192 alle superiori (168 di sostegno). 

 

Ma non tutti i posti sono già stati coperti. Solo una settimana fa i sindacati lanciavano l’allarme per la mancanza di 662 docenti, gran parte dei quali di sostegno, causa esaurimento delle graduatorie da cui sarebbero dovuti saltare fuori i nomi. Chiuse le procedure in mano all’Ust lo scorso 31 agosto, negli ultimi giorni sono state le singole scuole a dover provvedere attingendo dove possibile alle graduatorie di istituto per colmare i vuoti. «Le operazioni, grazie all’impegno dei presidi, sono state veloci: sono bastati pochi giorni per risolvere gran parte delle situazioni più gravi» dicono dall’Ust di via Gentilini, ad Alessandria.  

 

Problemi ci sono tuttavia anche per il cosiddetto personale Ata, amministrativi e bidelli. Si vedrà cosa succederà stamattina, al suono della prima campanella dell’anno. 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno