Ecografo all’ospedale di Borgomanero donato da tre associazioni di volontari

A disposizione di ostetricia, ginecologia e pediatria

La consegna dell’ecografo in ospedale a Borgomanero


Pubblicato il 11/09/2017
Ultima modifica il 11/09/2017 alle ore 19:45
BORGOMANERO

Prestazioni e risultati d’eccellenza all’ospedale di Borgomanero. Si potrà fare ancor meglio e di più con il dono di un ecografo d’ultima generazione per Ostetricia, Ginecologia e Pediatria. 

Migliorano ancora le attività nell’ospedale «Santissima Trinità», come ha illustrato il direttore generale dell’Asl, Adriano Giacoletto: «Novemila ricoveri l’anno, 2.700 in day hospital, oltre 45 mila accessi al Dea e una capienza di 200 posti letto oltre a 23 per i day hospital. Siamo chiamati dalla Regione a mantenere efficienza e produttività». 

 

Pochi giorni fa è stato presentato l’ultimo strumento regalato all’ospedale da tre associazioni di volontariato, «Andrea Valentini un aiuto ai bambini» e «Dudu di Gloria» di Oleggio, e «Il pianeta dei clown» di Novara. Hanno donato un ecografo di ultima generazione particolarmente utile per tutte le donne, le future mamme e i nascituri.  

 

Un bel rinforzo teconolgico per Ostetricia, Ginecologia e Pediatria: «Eseguono 2.816 accertamenti diagnostici all’anno - dice Giovanni Ruspa, direttore del dipartimento Materno-infantile e della struttura di Ostetricia e Ginecologia -. Ora potremo effettuare accertamenti molto dettagliati e tempestivi, per esempio della varie fasi della gravidanza».  

L’apparecchiatura verrà utilizzata anche da Pediatria. Il direttore, Nis Haitink: «L’ecografo, dotato di due sonde “fased array” per la cardiologia pediatrica e neonatale, fa di Pediatria e Cardiologia un punto di riferimento sempre più importante nel quadrante, con elevati standard di qualità e tempi di attesa quasi azzerati». 

 

«Siete indispensabili»

Alla cerimonia hanno partecipato il sottosegretario al Lavoro, Franca Biondelli, e l’assessore comunale ai Servizi sociali, Franco Cerutti. «Terremo sempre alta l’attenzione del Governo sul ruolo centrale svolto dall’ospedale di Borgomanero - ha detto Biondelli - che deve essere valorizzato». Cerutti ha rimarcato invece l’importanza della collaborazione tra ospedale e associazioni di volontariato, «un elemento indispensabile e particolarmente positivo del nostro territorio».  

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno