La pioggia non ferma la festa, Gattinara “capitale” dell’uva

Archiviata con successo la 35a edizione della kermesse, decine di migliaia i visitatori

La targa de La Stampa che ha premiato l’etichetta di Paride Iaretti


Pubblicato il 11/09/2017
GATTINARA

Tre giorni di festa, amicizia e divertimento all’insegna di Bacco. Gattinara ha archiviato la 35ª edizione della Festa dell’Uva, la seconda manifestazione della provincia, fatta di spettacoli itineranti, artisti di strada ed enogastronomia (guarda la fotogallery). Da venerdì a ieri, nonostante la pioggia, decine di migliaia di persone hanno invaso il centro storico per un format che il sindaco Daniele Baglione vuole «sempre più dedicato alle famiglie». Le 28 taverne, in cui degustare specialità gastronomiche tipiche e Gattinara Docg, insieme ai vini delle province di Vercelli, Biella e Novara, sono comunque state prese d’assalto, grazie ai tavoli al coperto.  

La kermesse è stata aperta venerdì sera, con una visita a sorpresa di Giuseppe Lavazza, cittadino onorario di Gattinara, dove il gruppo Lavazza ha uno dei suoi stabilimenti di punta. Ieri sera il Comune e l’Enoteca regionale di Gattinara hanno assegnato il premio «Iron grape» al miglior Gattinara Docg, vinto da Luca Caligaris. La Stampa, media partner della Festa dell’Uva, ha premiato invece la migliore etichetta: ha vinto l’etichetta del Gattinara «Pietro», di Paride Iaretti, disegnata dalla mamma del viticoltore, che raffigura il paesaggio di Gattinara e delle sue colline in forma stilizzata. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno