“MusicAltura”, emozioni e note con neve a sorpresa


Pubblicato il 11/09/2017
Ultima modifica il 11/09/2017 alle ore 16:24
alagna

Una chiusura più suggestiva per la seconda edizione di MusicAltura non poteva esserci. Domenica la neve ha accolto i partecipanti al Passo dei Salati. «E’ stato un fuoriprogramma divertente – spiega Gae Valle, anima della manifestazione -. Abbiamo avuto qualche rinuncia dell’ultimo minuto per l’escursione, ma comunque un gruppetto ben attrezzato ha raggiunto il Passo dei Salati». Presenti anche Stefano Giuliani, presidente di Geop4Map che ha omaggiato gli escursionisti più assidui di MusicAltura con le mappe della Valsesia, le guide alpine Sergio Gabbio e Renzino Cosson e il naturalista Mario Soster.  

 

Ma c’è stata anche un’altra sorpresa. «Il concerto del gruppo folk “I Farfadet” ha regalato emozioni impreviste – riprende Valle - con l’esibizione fuori programma avvenuta anche sulla cabina della funivia Freerideparadise mentre riportava musicisti e turisti ad Alagna, tant’è che il video registrato sta diventando virale sui social».  

 

Il ricordo

L’ultimo appuntamento di MusicAltura 2017 si è chiuso nel ricordo della guida alpina Giorgio Bertone, a 40 anni dalla morte avvenuta in un incidente aereo sul Monte Bianco. E’ stato ricordato al teatro Unione di Alagna. Presente il coro l’Eco di Varallo, diretto da Wilmer Baggio, mentre lo storico Alessandro Orsi ha tratteggiato la figura della guida alpina scomparsa.  

 

Sul palco Gae Valle, organizzatore dell’evento, Michele Cucchi in rappresentanza delle guide alpine di Alagna, Ovidio Raiteri, Guido Andruetto autore del libro «Giorgio Bertone. La montagna come rifugio» e la guida alpina Renzino Cosson, compagno di cordata e amico fraterno del compianto Giorgio Bertone.  

 

«Giorgio per le sue grandi qualità è stato il grande innovatore delle guide alpine e del soccorso alpino – ha ricordato -. Mentalmente e tecnicamente era di un altro pianeta tant’è che ancora oggi, le sue vie danno del filo da torcere anche ai migliori arrampicatori pur dotandosi dei nuovi materiali». Un applauso è stato rivolto a Danilo Saettone, maestro e compagno di cordata di Bertone.  

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno