Donna scomparsa in provincia di Varese: fermato un uomo, è sospettato di averla uccisa e nascosta

Svolta per la sparizione di Marilena Rosa Re, la promoter 58 enne di Castellanza di cui non si hanno più notizie dallo scorso 30 luglio

Marilena Rosa Re


Pubblicato il 11/09/2017
Ultima modifica il 11/09/2017 alle ore 13:23

C’è una svolta per la scomparsa di Marilena Rosa Re, la promoter 58 enne scomparsa nel nulla a Castellanza, lo scorso 30 luglio. I carabinieri del nucleo investigativo di Varese e della compagnia di Busto Arsizio hanno eseguito oggi un fermo per indiziato di delitto nei confronti di un 64 enne di Garbagnate Milanese, paese d’origine della donna. 

 

L’uomo, conoscente della vittima, è sospettato infatti di averla uccisa e di averne poi occultato il cadavere. Marilena Rosa Re, sposata con due figli, era scomparsa da casa la mattina del 30 luglio. Le ricerche e le indagini si erano concentrate tra il Basso Varesotto e l’Alto Milanese, dove la donna risiedeva con il marito. 

 

Ad aiutare gli inquirenti oltre ai cani molecolari arrivati da Firenze, anche la protezione civile e i vigili del fuoco. Inizialmente erano state battute tutte le piste, compresa quella dell’allontanamento volontario, dopo che la donna aveva riscontrato un debito di 70 mila euro con l’Agenzia delle Entrate.  

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno