Louvre Abu Dhabi, a novembre l'inaugurazione

Il prossimo 11 novembre 2017 inaugurerà sull'isola Saadiyat il museo dell'archistar Jean Nouvel, uno dei progetti culturali più ambiziosi del mondo
MOHAMED SOMJI

Louvre Abu Dhabi


Pubblicato il 11/09/2017
Ultima modifica il 11/09/2017 alle ore 11:00

Ci siamo. Che si alzi il sipario. Dopo tanti anni di attesa è finalmente iniziato il conto alla rovescia per l’inaugurazione del Louvre di Abu Dhabi. Ebbene sì, oltre a volare a Parigi, a partire dal prossimo 17 novembre 2017 tutti gli appassionati di arte e storia potranno prendere di mira la capitale degli Emirati Arabi Uniti. La città è una delle destinazioni turistiche in più rapida crescita nel mondo: anno dopo anno si conferma essere una società moderna, dinamica e cosmopolita che insegue un grande obiettivo: favorire la conoscenza del patrimonio culturale ed artistico del Paese. Non solo mare e lusso dunque.

Isola di Saadiyat, il distretto culturale di Abu Dhabi Il futuro culturale di Abu Dhabi si concentra sull’isola di Saadiyat e sul Cultural District che, con i suoi 27 km quadrati di superficie, è un vero scrigno di tesori. Custodirà infatti, a fine lavori, poli museali di altissimo livello quali lo Zayed National Museum, il Guggenheim Abu Dhabi nonchè il Louvre Abu Dhabi. Proprio su quest’ultimo sono puntati gli obiettivi del mondo intero visto che la sua apertura è ormai prossima.

LEGGI ANCHE ABU DHABI ALLA SCOPERTA DI SAADIYAT, L’ISOLA FELICE

Il contenitore, pensato e progettato come una città-museo, è un vero e proprio capolavoro dell’architettura. Dietro tanto splendore c’è il nome di una delle più celebri archi-star del mondo, Jean Nouvel, vincitore del premio Pritzker. “Il Louvre Abu Dhabi aprirà tra due mesi dopo undici anni di studi e costruzione, gli ospiti entreranno in un luogo di luce, un posto di incontro rivelatore di un numero planetario di culture che attraversano mari e secoli. È un’architettura che protegge i suoi tesori, è un omaggio alla città araba, alla sua poesia attraverso la geometria e la luce, e, sotto la sua immense cupola, c’è una evocazione di temporalità che segna inesorabilmente le ore, i giorni, e il passaggio delle nostre vite” – ha dichiarato l’architetto.

Louvre: a novembre inaugura il capolavoro firmato Jean Nouvel Basta guardarlo per rendersi conto che, senza ombra di dubbio, si tratta di uno dei progetti culturali più ambiziosi del mondo. A rubare l’attenzione è lei, la cupola argentata che misura 180 metri ed è composta da quasi 8.000 singole stelle metalliche incastonate in un complesso disegno geometrico che, se baciate dalla luce del sole, creano una spettacolare effetto di “pioggia di luce” che tanto ricorda le foglie degli alberi di palma che si sovrappongono nelle oasi degli Emirati Arabi Uniti.

Arte e storia tra collezioni permanenti e temporanee “L’apertura del Louvre Abu Dhabi l’11 novembre 2017 rappresenta una pietra miliare nello sviluppo della cooperazione tra gli Emirati Arabi Uniti e la Francia, dieci anni dopo la firma dell’accordo intergovernativo. Questo museo è uno dei progetti culturali più ambiziosi del mondo, coronato dal capolavoro architettonico di Jean Nouvel. Con la competenza delle sue istituzioni culturali e i prestiti dalle sue collezioni nazionali, la Francia è particolarmente orgogliosa di aver giocato un ruolo significativo nel completamento e nella vita del Louvre Abu Dhabi e per molti decenni a venire” – ha rivelato Françoise Nyssen, Ministro della Cultura Francese.

L’accordo include il prestito del nome del Musée du Louvre per 30 anni e 6 mesi, mostre temporanee per 15 anni e un prestito di opere per 10 anni. Ad attendere il visitatore sarà dunque un’importante raccolta di opere d’arte molte delle quali provenienti da 13 selezionati musei francesi.

Tra di essere a spiccare sono “La Belle Ferronnière” di Leonardo da Vinci appartenente al Musée du Louvre, “l’Autoritratto di Vincent van Gogh” del Musée d’Orsay et de l’Orangerie, la statua di Apollo del Belvedere di Primaticcio prestata dallo Château de Fontainebleau e ancora “Napoleone che attraversa le Alpi” di Jacques-Louis David proveniente dal Castello di Versailles etc. Non è tutto. Oltre alle mostre (permanenti e temporanee), da visitare anche l’area dedicata alle religioni universali, il museo per bambini, l’auditorium, il ristorante, la boutique e la caffetteria. Inoltre, nelle aree esterne del museo, a intrattenere il visitatore sono le opere realizzate da rinomati artisti contemporanei.

Un museo come messaggio di pace e tolleranza Venendo ai costi, il titolo di ingresso ammonta a 60 AED (circa 14 euro), cifra che scende a 30 AED (intorno ai 7 euro) per i giovani che hanno un’età compresa tra i 13 e i 22 anni nonché per i professionisti dell’educazione negli Emirati Arabi Uniti. L’ingresso gratuito è invece riservato agli iscritti al programma di fedeltà del museo, i bambini di età inferiore ai 13 anni, i membri ICOM o ICOMOS, i giornalisti e i visitatori con esigenze particolari nonché i loro accompagnatori.

LEGGI ANCHE SI TROVA AD ABU DHABI LA TORRE PIU’ PENDENTE DEL MONDO (Turismo.it)

Non c’è che dire, il Louvre Abu Dhabi non è solo un indirizzo da segnare in agenda per placare la sete di cultura o la curiosità dettata dalla novità: il suo ruolo è molto più importante perché, oltre a essere custode di storia e arte, è un esempio di grande umanità, di tolleranza e di pace: è un vero e proprio ponte tra le culture.

 

*****AVVISO AI LETTORI*************
Segui le news di La Stampa Viaggi su Facebook (clicca qui)
*********************************

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno

i più letti
ticketcrociere