Con la “Notte dei ricercatori” l’Università mette in vetrina quel che succede nei suoi laboratori

Il 29 settembre, ad Alessandria, dimostrazioni ed esperimenti anche giocosi insieme ai docenti dell’Ateneo del Piemonte Orientale

La «Notte dei ricercatori» coinvolge tutta la città


Pubblicato il 12/09/2017
Ultima modifica il 14/09/2017 alle ore 18:42
Alessandria

Il 29 settembre torna ad Alessandria l’evento europeo che racconta la scienza e la ricerca in modo «aperto». E coinvolgente. La «Notte dei ricercatori» permette di rendersi conto di ciò che succede normalmente nei laboratori dell’Università del Piemonte Orientale, perché professori e scienziati lo mostrano al pubblico, per un giorno intero all’anno.  

 

S’inizia al mattino dalle 9 a Palazzo Borsalino, in via Cavour, con l’«Università dei bambini» e dalle 10,30 al Dipartimento di viale Michel con le «Conversazioni sulla Scienza». Al pomeriggio nei laboratori ci saranno i giochi, ma la vera apertura della «Notte» sarà alle 19 con la cerimonia, poi alle 20,30 con la conferenza di Alessandro Barbero dal titolo «A che ora mangi?» in aula magna. Da quel momento, si fa scienza in ogni angolo, tra esperimenti e dimostrazioni, anche di quello che si sta inventando ad Alessandria proprio in questo momento.  

 

Ci sarà di nuovo il tanto atteso ospedale dei pupazzi, con gli studenti di Medicina che «curano» peluche e bambolotti, aggiustandoli e cucendo dove serve; si potrà giocare a «In fuga dal glutine» organizzato dall’associazione italiana celiachia per i piccoli delle scuole elementari.  

 

«Quanta acqua serve a una risaia?» è l’incontro proposto da Elisa Robotti, mentre «La magia della scienza» è lo spettacolo per bambini dove sono gli esperimenti chimici i protagonisti con i loro effetti speciali. Attilio Giordana parlerà dell’«Internet degli oggetti», «Viaggi, ambiente e memoria» è a cura di Marco Novarese, Massimo Cavino presenterà «Tutte le lingue dell’Upo».  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno