La vita a rate dei piemontesi: uno su tre si è indebitato

In media i piemontesi devono pagare una rata di rimborso mensile media di 371 euro. Il 36,6% della popolazione maggiorenne risulta avere almeno un rapporto di credito attivo

Rata media da 371 euro. È l’entità del rimborso mensile a cui devono fare fronte i piemontesi che si sono indebitati secondo la mappa del credito realizzata dal Crif


Pubblicato il 12/09/2017
Ultima modifica il 12/09/2017 alle ore 11:37

In Piemonte oltre un terzo degli abitanti ha un credito attivo e, di conseguenza un debito residuo che supera i 36 mila euro. Questo significa che in media i piemontesi devono pagare una rata di rimborso mensile media di 371 euro. I dati sono contenuti nella Mappa del Credito realizzata da «Mister Credit» - l’area di Crif azienda globale specializzata in sistemi di informazioni creditizie che si occupa dello sviluppo di soluzioni e strumenti educational per i consumatori.  

In Piemonte il 36,6% della popolazio ne maggiorenne risulta avere almeno un rapporto di credito attivo. Una percentuale che raggiunge il 40 per cento in provincia di Torino, con Asti (39,8%) e Novara (39,6%). In provincia di Cuneo, invece, solamente il 28,3% della popolazione ha almeno un rapporto di credito attivo.  

 

Secondo i ricercatori questi dati portano il Piemonte all’ottavo posto nella classifica dell’indebitamento medio che è guidata dalla Lombardia seguita da Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna. La provincia piemontese con l’indebitamento medio più elevato è Torino che sfiora i 39 mila e 500 euro, numero 31 nel ranking nazionale.  

 

Secondo i ricercatori «dallo studio emerge una fotografia estremamente composita che rispecchia fattori economici e sociali che portano, ad esempio, ad una propensione dei piemontesi a fare ricorso al credito per finanziare l’acquisto di un’abitazione o le proprie spese correnti». Si spiega così perché il Piemonte abbia fatto registrare un’incidenza superiore alla media nazionale per quanto riguarda i mutui. Una tendenza che vede la provincia di Asti come quella dove si registra il peso maggiore di questa forma di finanziamento. Il peso dei prestiti personali nel portafoglio dei crediti attivi e del 36,7% mentre per quanto riguarda i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi arriva al 39,6%.  

 

Dallo studio condotto da Mister Credit, il Trentino-Alto Ad ige è la regione nella quale i cittadini sostengono la rata media più elevata: 408 euro. Seguono la Lombardia e il Veneto (una media di 402 euro). In questa classifica il Piemonte è al sesto posto con una media di 371 euro. Frutto della somma delle performance dei cuneesi (406 euro, diciassettesimo posto tra le province italiane). Seguono Verbano-Cusio-Ossola (397 euro) e Asti (393).

 

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno