Mouv si sfila dalla Casa delle Autonomie, Alpe quasi: il controribaltone s’allontana (per ora)

Nuovo vertice tra i partiti autonomisti. Uv e Uvp continuano ad avere fretta.

La riunione di Charvensod


Pubblicato il 12/09/2017
Ultima modifica il 13/09/2017 alle ore 12:33
aosta

Si allontana l'ipotesi di controribaltone. Almeno per ora. Dopo l’ultimo incontro avvenuto ieri pomeriggio, la Casa delle Autonomie si ritrova con un Mouv in meno e una Alpe che, su posizioni non dissimili da Mouv, resta ma cerca di arginare la fregola di Uvp e soprattutto Uv di procedere il prima possibile - leggi il prossimo Consiglio Valle del 20 settembre - all'abbattimento e alla sostituzione della giunta Marquis.  

 

Ufficialmente i rappresentanti dei quattro partiti, dopo due ore di confronto negli uffici della sede Uvp di Charvensod, hanno tutti sottolineato che «non abbiamo affrontato il discorso degli equilibri amministrativi». Per primo Luciano Saraillon, unico rappresentate intervenuto del Mouv, il movimento che già nei giorni scorsi aveva annunciato il suo passo indietro: «Ho chiesto delle cose e non ho ottenuto alcuna risposta» ha commentato Saraillon all'uscita dall'incontro di ieri. Uv, Uvp e Alpe invece provano ancora a trovare la convergenza. Come confermato dai rispettivi presidenti Ennio Pastoret, Elisa Bonin e Alexis Vallet, le tre forze politiche hanno in mano un documento che «entro fine settimana» dovrà essere approvato. 

 

Ma le distanze restano, tra chi vuole varare il «Rassemblement» fin da subito e inaugurarlo in Consiglio regionale con un cambio di governo e chi invece è convinto che gli assetti attuali non siano pressanti e che il «Rassemblement» sia progetto che debba guardare alle prossime elezioni politiche e regionali. Come spiegato dal leader di Alpe Alexis Vallet, «questo è un tavolo che non parla di oggi ma di domani. Su questo noi ci siamo. Abbiamo ancora delle distanze e dobbiamo capire se c'è la possibilità di ridurle». 

 

Resta un’incognita: si sfilasse anche il Galletto, Uv e Uvp andranno avanti da sole? Ora il documento dovrà essere sottoposto agli organismi dei tre partiti. Se arriverà il via liberà, si deciderà finalmente se fissare il battesimo in Consiglio tra una settimana oppure agli «Stati generali dell'Autonomia» lasciati in dote da Mouv e previsti per il prossimo 7 ottobre.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno