Il primo giorno in una classe 2.0

Sfilata di autorità davanti a 260 alunni ieri all’inaugurazione dell’istituto restaurato


Pubblicato il 12/09/2017
vercelli

Per 260 alunni il primo giorno di scuola si è aperto con una novità: aule ristrutturate, corridoi colorati e un edificio in cui fare lezione in tutta sicurezza. È la «nuova» elementare Gozzano, inaugurata ieri dal sindaco Maura Forte al suono della prima campanella. L’edificio viene restituito alla città dopo un anno di lavori costati 1,1 milioni di euro: grazie a questi soldi, come ha sottolineato l’assessore ai Lavori Pubblici Michele Cressano, s’è potuto dare una risposta a un’esigenza nata nel 2012, quando una parte del plesso era stato dichiarato inagibile e aveva obbligato alcuni alunni a spostarsi in un altro edificio.  

 

I lavori, avviati nel 2016, hanno permesso di migliorare i locali dal punto di vista strutturale, energetico e degli impianti. Sono stati recuperate nuove aule, ad esempio ristrutturando la stanza occupata a suo tempo dal custode. Le classi in totale sono 12, e nell’edificio vengono ospitate anche due classi della materna Castelli: «Il recupero è avvenuto con risorse limitate - ha sottolineato Cressano - e non è ancora del tutto terminato. Le facciate hanno ora un aspetto più gradevole e sono state progettate in modo da garantire un risparmio sia nel riscaldamento sia nel raffreddamento. Le classi sono state ritinteggiate, gli impianti rifatti, il tetto è stato coibentato e c’è stata la posa di doppi e tripli vetri: mancano ancora alcuni interventi, come la posa delle tende, che avverrà più avanti». Durante l’anno ci sono stati due sopralluoghi della commissione sui Lavori pubblici. 

 

Al taglio del nastro ha preso parte anche l’assessore al Patrimonio Mario Cometti, che insieme con il sindaco Forte ha augurato ai bimbi un buon avvio di anno scolastico. Tra i presenti anche il dirigente Ferdinanda Chiarello, la rappresentante dell’Ufficio scolastico Laura Musazzo, tanti genitori e personale scolastico: «Abbiamo appena terminato l’intervento alla Rosa Stampa, e a breve - ha aggiunto il primo cittadino - partiremo con il progetto di recupero alla scuola Concordia. Nonostante le difficoltà economiche non abbiamo mai trascurato il mondo della scuola, a cui abbiamo dato la nostra priorità rispetto ad altri settori».  

Dopo la partecipazione al bando, a febbraio Palazzo di città ha ricevuto comunicazione dal ministero dell’Ambiente di un finanziamento da 750.000 euro per riammodernare la materna Concordia, nell’ambito dei fondi Kyoto 2016. Anche in questo caso si tratta di un miglioramento strutturale ed energetico. 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno