Promoter scomparsa, trovato il cadavere decapitato. Era sepolto nel giardino dell’omicida

ANSA


Pubblicato il 12/09/2017
Ultima modifica il 13/09/2017 alle ore 11:20

Il cadavere decapitato di Marilena Rosa Re, 58 anni, la promoter di Castellanza (Varese) scomparsa lo scorso 30 luglio, è stato trovato sepolto nell’orto di Vito Clerico, il 65enne di Garbagnate Milanese (Milano) fermato ieri per l’omicidio e l’occultamento del cadavere. Lo ha spiegato ai giornalisti il procuratore della Repubblica di Busto Arsizio (Varese), Gianluigi Fontana. Era stato lo stesso 65enne a indicare agli inquirenti il punto dove scavare.  

 

 

«Il corpo - ha spiegato il procuratore Fontana - è stato trovato senza testa, privo di vestiti, ripiegato in due e coperto da un sacco di cellophane, a sua volta ricoperto da un altro sacco di juta». 

 

 

«Sul cadavere, che per le misure corrisponde a quello di Marilena Rosa Re e che è stato individuato esattamente dove l’indagato ha indicato - ha aggiunto -, non sono evidenti segni ulteriori di lesioni». Su dove possa trovarsi la testa della donna, ha concluso il procuratore, «l’indagato ha affermato di non ricordarlo».  

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home