Si getta dal ponte della ferrovia, treni a rilento sulla Acqui-Genova e rallentamenti sull’ex statale del Turchino

I soccorritori hanno appena completato il recupero del corpo senza vita di un uomo di 68 anni sul greto del torrente Stura a Ovada

Una fase dei soccorsi vicino al passaggio a livello


Pubblicato il 13/09/2017
Ultima modifica il 13/09/2017 alle ore 13:52
OVADA

Circolazione rallentata sulla linea ferroviaria Acqui-Genova e sull’ex statale 456 del Turchino, a Ovada, all’altezza del primo passaggio a livello verso Rossiglione, per le operazioni di recupero (appena completate) del corpo di un uomo di 68 anni precipitato dal ponte della ferrovia sul greto del torrente Stura.  

 

Si tratterebbe di un gesto volontario: in base alle prime informazioni disponibili, l’uomo avrebbe lasciato un biglietto per annunciare il suo gesto. È durato parecchio l’intervento di carabinieri, 118, personale delle Fs e vigili del fuoco, al lavoro fin dall’alba per il complicato recupero del corpo che si trovava circa 15 metri al di sotto della strada.  

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno