È alleanza Valsessera-Valsesia nel progetto da 6 milioni di euro per ridurre il rischio idrogeologico


Pubblicato il 13/09/2017
Pray

Una alleanza tra Valsessera e Valsesia per mettere in sicurezza l'asse del fiume Sessera. Il progetto presentato da Pray per ridurre il rischio idrogeologico è in pole position per avere il finanziamento utile ad avviare i lavori. Il bando «Sistema Rendis» garantirà quasi la totale copertura dell'intervento da oltre sei milioni di euro messo in cantiere grazie a una convenzione che riguarda i Comuni di Coggiola, Portula, Pray (che è capofila), Crevacuore e Borgosesia. L'obietivo infatti è quello di intervenire da Zuccaro di Coggiola fino alla confluenza del Sessera con il Sesia nel territorio di Borgosesia. «Attendiamo l'ufficialità del finanziamento - osserva il sindaco di Pray Gian Matteo Passuello -, ma abbiamo buone possibilità. Con la prima tranche sarà possibile completare la fase di progettazione, poi si potrà dare il via al cantiere vero e proprio». Previsti il rifacimento di vari tratti di argine, la rimodulazione in alvero del materiale inerte depositato in anni di piene, oltre a una nuova arcata di ponti tra Pray Pianceri e Borgosesia sulla provinciale 299. Ma opere di consolidamento verranno eseguite lungo tutto il percorso del fiume. Le criticità non mancano anche se in questi anni sono stati eseguiti lavori. A Crevacuore, proprio all'altezza della galleria di Azoglio, da mesi il Comune ha segnalato una lenta erosione della strada, una situazione che per ora viene monitorata. Tra Pray e Crevacuore poi, quando il fiume si ingrossa, l'area di località New York verso il torrente spesso allaga i prati. C'è il ponte di Pianceri a preoccupare: anche qui il sindaco Passuello aveva chiesto un intervento che però ha un costo non indifferente. 

 

CONTI ALLA MANO  

Tutte queste problematiche con il maxi progetto potrebbero venire risolte. Il totale per la realizzazione del progetto è di 6.410.000 euro comprese spese di progettazione e Iva al 22%. Spiega il sindaco Gian Matteo Passuello: «La progettazione preliminare affidata con procedura d’urgenza a due studi tecnici con dimostrata conoscenza ed esperienza di lavori pregressi nell’alveo del torrente Sessera, ha consentito di individuare interventi prioritari nei territori dei Comuni di Coggiola, Pray, Crevacuore e Borgosesia, non escludendo a progetto definito anche il coinvolgimento dei Comuni di Serravalle Sesia e Guardabosone per lavori nei territori di competenza». 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno