Coppa Italia, Biellese favorita al “Pozzo” contro l’Aygreville

Il jolly difensivo Davide Cristino è in stand-by per problemi di pubalgia


Pubblicato il 13/09/2017
biella

Due su tre. Nel turno infrasettimanale di Coppa Italia, La Biellese ha dalla sua la doppia combinazione vittoria-pareggio. Questa sera l’Aygreville, ospite al Pozzo alle 20,30, avrà invece a disposizione un solo risultato: espugnare Biella per accedere al turno successivo. Entrambe le compagini vantano una vittoria a testa nel triangolare di Coppa, ma dalla loro i bianconeri hanno il 3-1 esterno inflitto al Pont Donnaz/Hone Arnad, sconfitto già nel turno inaugurale sul rettangolo dell’Aygreville (2-0). 

Anche se la manifestazione non è un obiettivo primario, il pronostico pende a favore dell’undici di mister Andrea Roano. La Biellese ha la possibilità di bissare la qualificazione del 2016/17 e dare seguito al brillante debutto casalingo stagionale (3-0 al Lucento). Non mancheranno problemi di organico per il tecnico bianconero, che dovrà fare a meno di Ferrarese, al quale è stato accordato da tempo un permesso per questioni lavorative. 

 

IN CAMPO  

Ancora in stand-by la posizione di Cristino. Il punto interrogativo sull’impiego del jolly difensivo si scioglierà solo pochi istanti prima del calcio d’inizio. Spiega Roano: «Cristino ha un problema di pubalgia che si trascina da qualche giorno. Domenica abbiamo preferito farlo riposare, ma per l’impegno di Coppa vorrei inserirlo nell'undici titolare. La decisione sarà presa poco prima della partita, ma se dovesse stare ancora a riposo nessun problema». 

L’abbondanza di scelte aiuta a varare una formazione competitiva: «In mezzo alla difesa Munari ha giocato impeccabilmente, non a caso è stato menzionato tra i migliori in campo. Quasi sicuramente con l’Aygreville lo impiegherò nel medesimo ruolo». Qualche chances di utilizzo anche per il centrocampista Samarotto, fuori dai giochi da un paio di settimane per una distorsione alla caviglia. Conclude il trainer: «Samarotto sta meglio, domenica è già venuto in panchina e questa sera cercherò di farlo giocare qualche minuto in vista della prossima trasferta di campionato. La qualificazione? Non faremo nessun calcolo, scenderemo in campo per vincere cercando di onorare al meglio questo impegno». 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno