Chef star, comici e note. Il casinò di Sanremo cala gli assi

Brignano, Tozzi e i cuochi-guru Barbieri e La Mantia
LAPRESSE

Bruno Barbieri (a sinistra) con Carlo Cracco


Pubblicato il 13/09/2017
sanremo

Enrico Brignano, Umberto Tozzi, Bruno Barbieri e Filippo La Mantia. Sono le vedette dell’inverno del casinò di Sanremo. 

Il programma degli ultimi mesi del 2017, nel solco del «successo della stagione estiva, con grandi adesioni, importanti introiti e ottima visibilità a livello nazionale e internazionale», è stato presentato dal direttore generale Giancarlo Prestinoni, dal consigliere e vicepresidente di Federgioco, Olmo Romeo, e dalla responsabile della casa da gioco, Alice Benini.  

Comici, chef, note e intrattenimento. È la formula del casinò di Sanremo per rispettare le aspettative del clienti e aprire anche al pubblico che vuole partecipare ai suoi eventi. «Glamour e creatività delle proposte, con artisti di caratura internazionale. Un calendario per tutte le richieste e tutti i palati - spiega la Benini- sul filone della comicità e dei grandi chef, che hanno già dato grande soddisfazione al casinò. All’appello dei cuochi più prestigiosi mancava ancora Barbieri. E ho voluto anche La Mantia, per il suo background importante. Sono attesi al Roof Garden l’11 novembre e il 30 settembre. Non faranno uno showcooking con cena, come successo in passato con i loro colleghi, ma presenteranno loro stessi con l’accompagnamento di un’orchestra e creeranno un piatto per l’occasione. La Mantia regalerà una ricetta al pubblico, Barbieri, invece, il suo libro». Le cene costeranno 100 euro. 

Umberto Tozzi presenterà il suo concerto, venerdì 8 dicembre, dopo il successo del teatro Ariston, in occasione dei 40 anni di «Ti amo». In questa occasione sarà possibile anche assistere allo show con una «bicchierata», al costo di 30 euro: «I 400 posti totali saranno in parte riservati ai nostri clienti e in parte messi in vendita, da 20 a 40 euro. Prezzi più bassi rispetto a quelli che si pagano per gli show di questo artista», spiegano dal casinò. 

Nel corso delle cene al Roof Garden è proposto anche intrattenimento, ideato sul target della clientela, «per offrire qualcosa di più, all’insegna dell’allegria e del ballo, in stile Anni ’60», prosegue la Benini. Quattro gli appuntamenti: venerdì con Progetto Festival, sabato 13 ottobre con Juke Box Band, venerdì 24 novembre con I Paipers, venerdì 22 dicembre con JJ Vianello e gli Intoccabili.  

Il calendario invernale del casinò si completa con la stagione dei Martedì letterali e con quella teatrale, che sarà presentata nei prossimi giorni.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi