Illegittima la rimozione di Rocco Invernizzi da presidente del consiglio

Alassio: il Consiglio di Stato dà ragione all’attuale capogruppo di Agorà


Pubblicato il 13/09/2017
Ultima modifica il 13/09/2017 alle ore 18:32
alassio

E’ illegittima la rimozione di Rocco Invernizzi dalla presidenza del Consiglio Comunale di Alassio poi affidata a Patrizia Nattero. La sentenza che porta la firma del presidente Mario Luigi Torsello è stata pubblicata pochi giorni fa ed è esecutiva. Invernizzi, attuale capogruppo di Agorà, ha chiesto al Prefetto ed al segretario comunale che la sentenza venga applicata e che gli venga restituita la poltrona di Presidente. Dopo la sospensione perché finito sotto inchiesta per il caso “Zero Beach” e l’assoluzione in Appello con formula piena perchè il fatto non sussiste, si era aperto il capitolo più delicato: un ricorso straordinario al Capo dello Stato Sergio Mattarella per illegittimità a livello amministrativo contro la delibera del consiglio comunale del 29 aprile 2016 con la quale gli era stato tolto l’incarico di presidente del consiglio. E’ euforico Rocco Invernizzi: «Ancora una vittoria sul fronte della giustizia e della legalità. Un iter lungo e difficile, non è demagogia. Questa storia arricchisce di un ulteriore tassello la mia persona, ma anche la mia posizione politica». Ancora Invernizzi: «La decisione è avventa in spregio non solo dell’ordinamento legale dell’ente, ma anche di qualsiasi gestione dettata dalla disponibilità a mediare trovando una soluzione bonaria e condivisa. Non sono servite le mie richieste di incontro con i vertici comunali. Non è servita la mia richiesta di udienza e chiarimenti con il sindaco, per discutere ed intraprendere una linea comune. A nulla è servita una mia lettera ufficiale che diffidava l’Amministrazione dall’intraprendere un’azione così scellerata con un sindaco arrogante e presuntuoso». Soddisfatto per l’esito della vicenda Angelo Galtieri, capogruppo di “Insieme X”: «Finalmente è stato ripristinato lo stato di diritto all’interno del consiglio comunale quindi io stesso rientrerò nel prossimo parlamentino dove è garantita la presenza di un presidente correttamente eletto».  

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno