Gravellona Toce, arrestato con due chili e mezzo di hashish in auto

L’uomo era già stato fermato due volte in passato in città in possesso di sostanze stupefacenti

I carabinieri del Nor con i panetti di hashish sequestrati


Pubblicato il 13/09/2017
gravellona toce

Non è la prima volta che Chef Morad - marocchino di 30 anni, residente a Quarona in Val Sesia - viene arrestato a Gravellona Toce. Era giù successo nel dicembre di 5 anni fa. Con un complice aveva cercato di rubare indumenti in uno dei negozi del centro commerciale Le Isole. Era fuggito alla presa degli addetti alla sorveglianza, che avevano chiamato i carabinieri. 

I militari nell’inseguirlo avevano scoperto che in macchina aveva due chili di hashish.  

 

L’anno scorso a Gravellona Morad ci era tornato, con un altro amico e questa volta un chilo di droga. Era riuscito a darsi alla fuga e a piantare in asso il complice, arrestato in flagranza.  

Lunedì attorno a mezzogiorno il «pusher» valsesiano era di nuovo a Gravellona, in piazza Vittorio Veneto. Era in auto con una connazionale di 35 anni, Ajib Latifa, incurante di essere in una zona, dove il suo nome e la sua faccia sono ben conosciuti dalle forze dell’ordine.  

 

LEGGI ANCHE - Cannobio, arrestato per spaccio di marijuana nel suo bed and breakfast che doveva essere chiuso  

 

I carabinieri del Nor della compagnia di Verbania lo hanno fermato a bordo di una Golf, nella quale hanno rinvenuto quasi due chili e mezzo di hashish, suddivisi in panetti, pronti per lo spaccio. Lui è stato arrestato e portato in carcere a Verbania, lei è stata assegnata ai domiciliari, nel suo alloggio a Serravalle Sesia. 

 

Altri controlli  

Per i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile anche domenica è stata giornata di controlli anti-droga e con risultato. Un altro marocchino, di 45 anni, è stato trovato in possesso di 0,96 grammi di cocaina e quasi 30 di hashish suddiviso in dosi ed è stato denunciato. E’ stato fermato mentre era in auto, in via Realini, non troppo distante da dove il giorno dopo sarebbero stati arrestati i due connazionali.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno