Generali, avanti col piano. Vendute attività in Olanda per 143 milioni di euro


Pubblicato il 14/09/2017
Ultima modifica il 22/09/2017 alle ore 02:30
torino

Generali va avanti nel piano di dismissioni: ieri la compagnia assicurativa di Trieste ha ceduto le attività in Olanda per 143 milioni di euro. La perdita di realizzo attesa è di circa 270 milioni. Si tratta di una delle vendite più corpose nel piano di cessioni di attività non strategiche da un miliardo, annunciato dal group ceo, Philippe Donnet all’investor day meno di un anno fa. 

 

La vendita riguarda più nel dettaglio l’intera quota (98,56%) in Generali Nederland che passa alla compagnia olandese Asr. Nel 2016 l’unità aveva dato un contributo marginale al risultato operativo del gruppo, ha spiegato la società, per 9 milioni di euro. L’uscita porterà poi un miglioramento del coefficiente di solvibilità solvency II di 1,6 punti percentuali. «Dopo aver completato la vendita - ha spiegato Frederic de Courtois, group ceo global business lines & international della compagnia - delle attività in Guatemala e dopo la cessione di quelli in Colombia e Panama, questa operazione è un passo avanti per realizzare la strategia annunciata all’ultimo Investor Day. Siamo in linea con il nostro piano e siamo certi che raggiungeremo il nostro obiettivo di ricavi pari ad almeno 1 miliardo». 

 

Sugli obiettivi del piano di cessioni Donnet martedì aveva detto che «nella nostra cultura c’è questo fatto di raggiungere sempre i target e anche questo lo raggiungeremo». Generali non ha mai commentato ufficialmente le varie indiscrezioni sulle possibili cessioni, ma tra le prossime attività potenzialmente in uscita si è puntato soprattutto sul Belgio, che potrebbe essere il prossimo pezzo più corposo in termini di valutazione, e poi Portogallo, un business piccolo in Germania e quindi Ecuador, Tunisia, Filippine, e forse nei Balcani.  

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno