Nella Grecia più sconosciuta c'è un ponte che da quasi trecento anni sorregge una enorme gola rocciosa


Pubblicato il 14/09/2017
Ultima modifica il 14/09/2017 alle ore 05:43

Un ponte in pietra che unisce i due lembi di una gola. Siamo a Grevena, in Grecia, uno dei posti più nascosti della penisola ellenica: una zona montuosa ricca di foreste, fiumi e torrenti con acque cristalline, conosciuta più per i suoi funghi che per le decine di antichi ponti che permettono di attraversarla, realizzati in gran parte durante la dominazione ottomana.  

 

NOEPEN

 

Il più suggestivo di tutti è sicuramente quello costruito ai piedi della gola di Portitsa, uno dei migliori esempi di ponti a singolo arco in Grecia. E' stato costruito intorno al 1743 ed è accessibile a piedi dal villaggio di Spilaio o in auto, percorrendo 5 chilometri di strada sterrata. 

 

NOEPEN

 

Il periodo migliore per visitare questo paesaggio unico è sicuramente fra l'estate e l'autunno, dove si può fare una passeggiata sul letto del fiume ed entrare anche nella gola, dove nel periodo di secca è presente una spiaggetta. 

 

NOEPEN

 

A restituire la maestosità del posto sono queste bellissime immagini di Thomas Biziouras in cui storia e natura si fondono, regalando un luogo incantato lontano dal turismo di massa in cui perdersi visitando borghi dimenticati e itinerari panoramici «off road». 

 

NOEPEN

 

 

 

 

*****AVVISO AI LETTORI*************
Segui le news di La Stampa Viaggi su Facebook (clicca qui)
*********************************

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno

i più letti
ticketcrociere