Pallavolo, sfuma il sogno europeo delle azzurre. Olanda in semifinale

Le ragazze di Davide Mazzanti sconfitte 3-0 (25-17, 25-20, 25-13)


Pubblicato il 28/09/2017
Ultima modifica il 28/09/2017 alle ore 18:50

Il sogno europeo delle azzurre del volley s’infrange sullo scoglio dei quarti di finale, come era avvenuto nel 2013 e nel 2015: finisce 3-0 per l’Olanda la sfida che valeva l’accesso nel gotha della pallavolo europea. Un verdetto senza appelli, spietato, che costringe l’Italia a tornare a casa a testa in giù, senza gloria né allori. La sentenza è crudele, ma rispecchia i valori emersi sul parquet di Baku, dove la bestia nera degli ultimi anni si è materializzata ancora una volta con tutta la propria potenza. L’Olanda non perdona mai e i parziali di 25-17, 25-20, 25-13 ne sono una chiara testimonianza. Visto l’andamento del match sarebbe stato difficile ipotizzare un altro epilogo. 

 

Le ragazze selezionate da Davide Mazzanti non sono riuscite a sovvertire il pronostico della vigilia e l’Olanda ha preso subito in mano il pallino del gioco - 7-2 il primo parziale - creando grattacapi a Chirichella e compagne, che hanno faticato in attacco come nella fase di ricezione. Le azzurre non hanno avuto modo di trovare le giuste contromisure soprattutto all’opposta olandese Sloetjes. I cambi ripetuti di Mazzanti non hanno arginato l’impeto delle olandesi, sempre brave e puntuali a mettere il pallone a terra con una potenza e una precisione encomiabili. 

 

L’Italia non è riuscita a ripetere gli exploit del Grand prix estivo, quando riuscì a ottenere addirittura un argento, pagando probabilmente i numerosi problemi sorti durante la fase di preparazione, con Sylla e Malinov costrette a rimanere fuori, così come Lucia Bosetti e la De Gennaro, infortunate nel corso del torneo. Perdite gravi, importanti, forse anche determinanti, che hanno privato l’allenatore Mazzanti della possibilità di sfruttare tutto il potenziale di cui disponeva. Morale: per la terza volta il sogno si è interrotto nei quarti.  

 

home

home