Aeromobil, l’auto volante sarà pronta nel 2020

Il mezzo sarà lungo quasi sei metri e su strada si muoverà grazie a motori elettrici

Il prototipo Aeromobil


Pubblicato il 30/09/2017
Ultima modifica il 03/10/2017 alle ore 14:46

La macchina volante Aeromobil nasce anche grazie a un italiano. A Roberto Piatti, Ceo di Torino Design, che ha collaborato alla realizzazione del prototipo della vettura capace di decollare, progettata dall’omonima società slovacca fondata da Juraj Vaculik. 

 

Il prototipo è stato esposto allo scorso Salone di Francoforte di un paio di settimane fa. Non si tratta della prima passerella, ma i tempi per la sua possibile commercializzazione si avvicinano. Nei piani dovrebbe arrivare sul mercato nel 2020, ma per il momento il team di Aeromobil è alle prese con le doppie omologazioni: “Siamo fiduciosi di ottenerle nel 2019”, fanno sapere allo stand. 

 

CAIBAL

 

Il “veliveicolo” che porta nel futuro sarà a tiratura estremamente limitata perché ne è prevista una produzione iniziale di sole 500 unità. Aeromobil ha già dei preordini, ma si guarda bene del rivelare quanti. Il prezzo, invece, lo “ufficializza”: tra 1,2 e 1,5 milioni di euro, Iva e altre tasse escluse, s’intende. Inevitabilmente un mezzo tutt’altro che popolare. 

 

Del resto, non sono “popolari” nemmeno le forme e le misure (fuori dall’ordinario). In versione terrestre, il mezzo misura 5,9 metri di lunghezza e 2,2 di larghezza. La metamorfosi alata comporta una contrazione di 10 centimetri della lunghezza ed un simultaneo allargamento a 8,8 metri. Il modello non è a decollo verticale, ma necessita di almeno 500/600 metri per prendere il volo e per atterrare. 

 

CAIBAL

 

Per viaggiare su strada, Aeromobil sfrutta due motori elettrici per un totale di quasi 110 cavalli, mentre per muoversi tra le nuvole sfrutta un motore turbo benzina da 2.0 litri da 300 cavalli con un’autonomia di 750 chilometri. La velocità massima sull’asfalto è di 160 km/h, quella aerea di 360. Aeromobil offre due posti con un peso massimo al decollo di 960 chilogrammi, equivalenti a 240 chilogrammi di carico. 

 

Con Aeromobil, una delle molte pionieristiche società che progettano auto volanti, comincia l’era della colonizzazione dei cieli alla disperata di ricerca di nuovi spazi per la mobilità. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

 

CAIBAL

 

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie