Honda Riding Assist-e, la guida autonoma anche per la moto: rimane in piedi da sola e “cammina”

Le due ruote del futuro potrebbero mantenere l’equilibrio ed essere in grado di seguire il motociclista come un cane fedele


Pubblicato il 03/10/2017
Ultima modifica il 03/10/2017 alle ore 17:16

Fra qualche anno i mezzi a due ruote saranno in grado di rimanere in equilibrio da soli… e senza l’ausilio del cavalletto: sembra infatti che la rivoluzione della guida autonoma, il nuovo mantra dell’industria automobilistica, contagerà anche il motociclismo. Una dimostrazione in questo senso arriva dalla nuova Honda Riding Assist-e, moto a propulsione elettrica che non solo è in grado di stare in piedi da sola ma può persino seguire il suo guidatore, come una specie di cagnolone meccanico.  

 

CBALNEXTA

 

Il prototipo che sarà presentato al Salone di Tokyo (27 ottobre - 5 novembre) sarà equipaggiato dell’autopilota per moto: al momento non è chiaro se il sistema sarà in grado di effettuare anche manovre complesse - come parcheggio automatico, marcia autostradale e sorpassi autonomi - ma il costruttore ha specificato che la volontà è quella di incrementare la sicurezza del pilota alla basse velocità e facilitare la manovre da fermo. Al bilanciamento del peso ci penserà la moto. 

 

 

Lo scorso anno anche la BMW Motorrad (divisione motociclette del costruttore tedesco) aveva svelato un futuristico prototipo ideato per mantenersi costantemente un equilibrio, anche se il sapore era quasi fantascientifico. La Honda Riding Assist-e si caratterizza invece per sembianze più simili a quelle delle moto odierne, anche se non mancano tocchi hi-tech: il design in particolare, ricco di spigoli, strizzo l'occhio alle scarenate del futuro, con selle monoposto, codino extra-corto e il motore elettrico incastonato in un telaio tubulare. La sospensione monobraccio posteriore incorpora invece un giunto cardanico (che sostituisce la tradizionale catena di trasmissione).  

 

CBALNEXTA

 

Completano la dotazione un sistema di gruppi ottici a led e una sofisticata strumentazione digitale in grado persino di visualizzare l’angolo di piega che raggiunge il pilota in carne e ossa durante la guida. Per saperne di più sulla potenza del propulsore a emissioni zero e sull’autonomia complessiva del mezzo bisognerà attendere ancora qualche settimana. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

 

 

CBALNEXTA

 

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie