Dieselgate, Porsche avrebbe chiesto 200 milioni di risarcimento alla sorella Audi

Il marchio Porsche ha comprato i 3.0 TDI “truccati” della Cayenne dall’Audi. Ora, secondo la Bild am Sonntag, potrebbe essere l’unico “cliente” europeo a ottenere un risarcimento


Pubblicato il 06/10/2017
Ultima modifica il 06/10/2017 alle ore 18:51

Per un cliente speciale, 200 milioni di euro. In Europa, dove non è costretto a farlo, il gruppo Volkswagen non intende indennizzare i proprietari di veicoli coinvolti nel dieselgate. Nemmeno dopo le ripetute sollecitazioni da parte dell’UE. Ma Audi rischia di dover risarcire un cliente molto particolare, Porsche.  

 

Lo anticipa l’edizione della domenica della Bild am Sonntag, che fa riferimento ad una lettera interna della quale sarebbe entrata in possesso. I vertici della casa di Zuffenhausen avrebbero scritto ai colleghi di quella di Ingolstadt presentando una sorta di “conto”. Naturalmente in relazione al motore TDI di 3.0 litri che Audi ha fornito a Porsche per il suv Cayenne, per il quale è stata disposta un richiamo che ha riguardato 21.500 unità. Al costruttore dei Quattro Anelli non verrebbero addebitati solo i costi per il richiamo, ma anche quelli “accessori”, come le consulenze legali e le misure adottate per venire incontro ai clienti. 

 

Già da tempo il capo delle finanze Lutz Meschke aveva fatto intendere che Porsche si sarebbe rivalsa nei confronti di Audi nell’ambito dei contratti di fornitura. Lo stesso capo del Consiglio di fabbrica, il portavoce dei lavoratori, l’ex pugile Uwe Hück, aveva attaccato duramente la società “sorella”: “Ci sentiamo ingannati da Audi”, aveva tuonato in estate, venendo poi ripreso dallo stesso Matthias Müller, Ceo del gruppo. Aveva anche invocato che i vertici fossero chiamati a pagare per quanto accaduto. Quello che ancora non si sapeva era l’ammontare della richiesta, 200 milioni. 

 

Porsche non ha voluto commentare l’indiscrezione, che non ha tuttavia smentito. La rivista Automobilwoche scrive di aver appreso che il costruttore sta lavorando per trovare una soluzione con Audi. Quello che di sicuro non succederà sarà una vertenza “pubblica”, anche perché pare che Ingolstadt sia disposta a venire incontro alle richieste di Porsche. E, soprattutto, perché i due marchi dovranno collaborare ancora molto in futuro sia sul fronte dello sviluppo dei Suv sia su quello dell’elettrificazione. Porsche verrà insomma risarcita. Sarebbe l’unico cliente in Europa a beneficiare di questo trattamento.  

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie