Woody Allen torna negli Anni 50 per il suo film targato Amazon

L’ultimo lavoro del regista americano sarà presentato il 14 ottobre al New York Film Festival. L’uscita è prevista per Capodanno

Justin Timberlake, Kate Winslet e Juno Temple


Pubblicato il 07/10/2017
Ultima modifica il 07/10/2017 alle ore 19:59

Torna agli anni 50 e a New York Woody Allen. «Wonder Wheel», di cui sono state diffuse le immagini del trailer – una meraviglia lunga circa 3 minuti, splendidamente e nitidamente fotografata da Vittorio Storaro – apre sulle ruote panoramiche di Coney Island, il suo lungomare e le spiagge affollate dell’America postbellica in piena ripresa. Qui lavora come bagnino Mickey, aspirante sceneggiatore e voce narrante. Dall’alto dello scranno a bordo mare, tutto vede e racconta.  

 

 

Le vite che si dipanano sotto i suoi occhi e che lo coinvolgeranno nei loro tormenti sono quelle di Ginny, ex attrice ora cameriera in una tavola calda; di Humpty suo marito, un brav’uomo un po’ grezzo che gestisce e ripara le giostre; e della di lui figlia Carolina che torna improvvisamente a casa e chiede al padre di nasconderla: è in fuga dal marito gangster. Justin Timberlake, Kate Winslet, James Belushy e Juno Temple danno corpo e fascino ai quattro personaggi, in un dramma d’amore e malavita dai toni melodrammatici che tanto sarebbero piaciuti a Douglas Sirk: impregnato del gusto nostalgico e vintage di Allen per quegli anni e di una passionalità invece abbastanza nuova per il regista.  

 

Prodotto per Amazon, Wonder Wheel verrà presentato in anteprima il 14 ottobre durante la serata finale del New York Film Festival (e dove se no?), per poi essere distribuito dal 1 dicembre nei cinema americani in poche copie, giusto in tempo per poter concorrere agli Oscar. A seguire tra dicembre e gennaio il film arriverà nelle sale nei diversi paesi del mondo: in Italia il 1° dell’anno. Negli Usa lo distribuisce la stessa Amazon, che – meno esclusiva di Natflix - ha creato una sua divisione theatrical per gestire i film che produce, e solo in un secondo momento nel corso del 2018 metterlo a disposizione degli abbonati del proprio servizio streaming. Per Allen questa è la seconda esperienza con Amazon, dopo la tormentata serie Crisis in Six Scenes che gli aveva fatto dire «Mai più». Evidentemente riguardava la serialità e non il munifico committente.  

 

*****AVVISO AI LETTORI*************
Segui le news di La Stampa Spettacoli su Facebook (clicca qui)
*********************************

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno