Un libro che si legge cantando: arriva Oh! di Tullet
Un libro che si legge cantando: arriva Oh! di Tullet
mara pace
09/10/2017

Oh! (Franco Panini Ragazzi, 66 pp, 12 €, da 3 anni) di Hervé Tullet, presentato in anteprima a Bologna la scorsa primavera e oggi pubblicato da Franco Panini Ragazzi, non è un titolo che si presta alla lettura silenziosa. È un libro che si legge cantando. Un albo sonoro senza pulsanti né batterie. Dopo averci invitato a scuotere e inclinare l’oggetto-libro, per muovere e moltiplicare i pallini rossi, gialli e azzurri di Un libro, Tullet applica il medesimo concetto di interattività anche al suono. Un’idea semplice, ma geniale, che trasforma l’albo illustrato in spartito musicale.

Appoggia il dito su questo piccolo pallino e dì un piccolo oh!
Poi, appoggia il dito su questo grande pallino e dì un grande OH!


Tutti i libri richiedono la presenza di un lettore – il destinatario è parte attiva di ogni processo comunicativo – ma senza la voce di chi lo sfoglia Oh! risulta davvero incompleto, come uno strumento senza corde. Se lo sfogli e provi soltanto a immaginare, non basta: devi proprio appoggiare il dito sul pallino blu, premendo forte o piano, muovendoti lento o veloce, e al contempo dire oh: una volta, due volte, tantissime volte.

Il segno e il colore diventano così un suono che scende, sale, scoppia e si trasforma, modulato dal riso e dal pianto. Un piccolo pallino blu equivale a una oh pronunciata sottovoce; un grande pallino blu è una oh tonante, e ogni sequenza produce un effetto diverso. Poi, a metà strada, c’è l’incontro con Ah!, un pallino rosso. I due suoni-colori diventano amici, giocano, litigano e fanno la pace. Quando Tullet dice che per ogni libro serve un’idea, forse dovrebbe parlare di un’idea contenitore, dentro la quale le idee si moltiplicano: in questo libro ne troviamo almeno una per pagina.

“Il mio lavoro è una costante ricerca dell’effetto sorpresa. Come quando sei in una stanza buia e accendi la luce” ha detto l’autore ( l’intervista completa a Hervé Tullet è pubblicata da Andersen - ottobre).

La moltiplicazione delle idee riguarda molto da vicino anche Giochi d’arte (Phaidon-Ippocampo, 86 pp., 19,90 €) di H. Tullet, un libro senza parole, che si presenta al lettore come un vero e proprio laboratorio artistico. Le pagine di cartoncino sono divise a metà e si combinano in mille modi, riprendendo un meccanismo molto usato nei bestiari, per dare vita ad animali immaginari. In questo caso, però, non si uniscono teste e corpi, bensì forme e colori. Invece di fantasticare su creature mai viste, s’immagina la bellezza. Una festa per gli occhi, una continua sorpresa, che si presta ad essere replicata all’interno di laboratori con i bambini, per sviluppare momenti di “creazione collettiva”, come illustrato nel prezioso manuale La fabbrica dei colori (Ippocampo, 72 pp, 18 €, per adulti), dove sono raccolte undici laboratori ori-ginali, con un vero e proprio copione da seguire in classe o in biblioteca.   


 

I SUONI NEI LIBRI Anche nel libro “sonoro” di Eva Rasano, Con le orecchie da lupo  (Bacchilega junior, 2016, 48 pp, 9 €, da 2 anni), fatto di carta e di colori, non ci sono pulsanti da schiacciare. I suoni sono tutti da immaginare, da cercare attorno a sé, da riprodurre o da aspettare, seduti in casa o nel mezzo di un bosco. Ricordiamo infine, per i più piccoli, anche L’uccellino fa... (Trad. Federica Rocca, Babalibri,120pp, 13,50 euro, da 1 anno) di Soledad Bravi, una galleria di animali con i loro suoni da imitare e imparare a memoria con i più piccoli.

ANDERSEN è il mensile italiano di informazione sui libri per l’infanzia. La rivista promuove ogni anno il PREMIO ANDERSEN, assegnato alle migliori opere dell’annata editoriale, con un’attenzione particolare alle produzioni più innovative e originali.

Torna al canale MAMME
 

Sezioni
Il pediatra risponde
I dubbi dei genitori e le risposte del pediatra Giuseppe Ferrari sulle principali tappe di sviluppo dei bambini, gli inconvenienti e le malattie.
tutte le videochat
Approfondimenti
Tutto quello che devi sapere per tutelare la tua famiglia

Tutte le fasi della tua avventura spiegate dai nostri medici

Da un mese a 36 mesi, calcola i percentili.

Speciale la stampa shop