Presa la banda degli sparatori di aghi: sono quattro ragazzi annoiati. Le vittime scelte a caso


Pubblicato il 10/10/2017
Ultima modifica il 10/10/2017 alle ore 15:14
torino

Sono stati individuati. Sono gli autori dell’ultima follia urbana: sparare contro i passanti aghi da caccia lunghi dieci centimetri. Li hanno identificati gli investigatori della Squadra mobile di Torino. Sono quattro ragazzi, denunciati a piede libero. Due sono stati rintracciati, due sono ricercati. 

 

 

Sono tutti giovanissimi, maggiorenni, annoiati e che la sera del 25 settembre, nella zona tra piazza Rivoli e corso Lecce, hanno ferito cinque persone, destando grande allarme sociale per le modalità del tiro al bersaglio. Le vittime sono state scelte a caso: una donna medico, uno studente straniero, un impiegato e un ragazzo appena uscito di casa.  

 

 

 

La polizia si era subito messa a caccia di due auto, una di colore bianco e una blu, che proprio negli stessi minuti in cui i primi feriti venivano trasferiti in ambulanza verso il pronto soccorso del Maria Vittoria, percorrevano le strade a bassa velocità, una dietro l’altra, sfiorando i marciapiedi.  

 

 

LEGGI ANCHE Caccia agli sparatori di aghi che colpiscono i passanti: a Torino un giallo senza precedenti  

 

Tra i feriti, un giovane di 28 anni si è trovato una freccia conficcata nella nuca. Per puro caso il dardo non ha fatto danni più gravi, lesionando ad esempio gli occhi. 

Scopri il nuovo TuttoLibri e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno