Geek Bagatelles, a Roma il concerto per smartphone e orchestra

L’anteprima al Romaeuropa Festival: scaricando un’app, i telefonini del pubblico si trasformeranno in un’esperienza collettiva e partecipata, un atto creativo per ascoltare gli altri


Pubblicato il 11/10/2017
Ultima modifica il 11/10/2017 alle ore 17:10

Uno spettacolo in cui uomo e macchina si uniscono in una grande orchestrazione musicale. Un concerto interattivo che chiede l’attiva partecipazione del pubblico. È Geek Bagatelles, l’opera del compositore francese Bernard Cavanna, che sarà presentata in prima nazionale da Romaeuropa Festival, il prossimo 13 ottobre. Cavanna rielabora frammenti estratti dalla Nona Sinfonia di Beethoven, il pubblico in sala può interagire con la performance attraverso l’app `Geekbagatelles´: a un cenno del direttore d’orchestra, il pubblico muove il telefono seguendo i suoi gesti, il dispositivo emette un suono. Il coro di smartphone in scena «si trasforma in questo modo in un’esperienza collettiva e partecipata, in un atto creativo per ascoltare gli altri», spiega una nota. 

 

 

L’opera è realizzata grazie alla collaborazione tra una rete di eccellenze nazionali e internazionali, impegnate nella ricerca in ambito sonoro, ma anche tecnologico. Sono il CRM - Centro Ricerche Musicali, il GRAME Grame, centre national de création musicale, e l’ISA, Istituzione Sinfonica Abruzzese. 

Introducono Geek Bagatelles altre tre esecuzioni di opere caratterizzate dall’interazione tra due compositori: Berio/Boccherini, Ravel/Couperin, Webern/Bach. A eseguire questa partitura sono l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, diretta da Gabriele Bonolis, e il Coro di smartphone degli studenti del Liceo Teresa Gullace Talotta di Roma, guidato da Pierre Bassery, che parteciperà al concerto con i propri smartphone. Geekbagatelles è scaricabile sia da Apple Store sia da Play Store.  

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno