La Pro acciuffa il pareggio nei minuti di recupero e beffa il Bari

Proteste dei pugliesi che giudicano in fuorigioco il gol decisivo di Morra
LAPRESSE


Pubblicato il 14/10/2017
Ultima modifica il 14/10/2017 alle ore 17:12
vercelli

La Pro acciuffa un pareggio insperato nei minuti di recupero, con la voglia, il coraggio. Lo strappa con i denti al 49’: punizione dalla trequarti sinistra di Mammarella, testa di Morra per la correzione Legati e ancora Morra la butta dentro. È un punto guadagnato, perchè il Bari nella ripresa fa il Bari con la Pro calata vistosamente. Nel primo tempo i bianchi avevano nascosto bene l’assenza di Vives. Per poi concretizzare alla mezzora con il solito Castiglia, bravo a raccogliere dal corner in uno schema consolidato e a spedire in rete in scivolata.  

 

LAPRESSE

 

Ma nel secondo tempo capita quello che molti temono: la Pro non ripete le prove da assatanata viste con Cesena e Perugia ed è vittima di un forcing interminabile, con Marcone protagonista in più occasioni. Galano, però, lo castiga due volte: al pronti-via, approfittando di una incertezza della difesa di casa, a dieci minuti dal novantesimo con un bel tiro. Ma i ragazzi di Grassadonia non si arrendono e raggiungono il pareggio in un’azione che per i baresi è in palese fuorigioco. Non per l’arbitro. Pro all’ultimo respiro: fanno 9 punti in 9 giornate. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno