Un mese di incontri con l’autore: in libreria c’è anche Carofiglio

I romanzi grandi protagonisti degli appuntamenti alla Mondadori di Vercelli

Gianrico Carofiglio


Pubblicato il 05/11/2017
Ultima modifica il 06/11/2017 alle ore 16:34
vercelli

Novembre ricco di appuntamenti alla libreria Mondadori di Vercelli. Dopo la presentazione di Simone Tempia e del suo «In viaggio con Lloyd» (Rizzoli), si prosegue martedì 7 alle 18 con il romanzo «Dopo, tutto è più dolce» (Piemme) di Camilla Dell’Orto Necchi, una sorta di fiaba moderna dove la principessa decide di rimboccarsi le maniche e salvarsi da sola, reinventando la propria carriera e la propria vita.  

Domenica 19 alle 15 imperdibile l’incontro con firma copie che vedrà protagonista Gianrico Carofiglio e «Le tre del mattino» (Einaudi), storia di un padre e un figlio dell’incontro che li cambierà per sempre. Un romanzo delicato e intenso di scoperte e formazione, un indimenticabile racconto sulle illusioni e sul rimpianto, sul passare del tempo, dell’amore e del talento.  

 

Si prosegue martedì 21, alle 18, con Paola Calvetti e «Gli innocenti» (Mondadori), storia di due musicisti, un violinista e una violoncellista, che nel corso dell’esecuzione del Doppio di Brahms vedranno accadere nelle loro vite, e nella loro storia d’amore, qualcosa di totalmente imprevisto. 

Venerdì 24, sempre alle 18, l’appuntamento sarà con Paolo Di Paolo e «Vite che sono la tua» (Laterza), ovvero «il bello dei romanzi in 27 storie». Perché la letteratura ci racconta, e leggendo possiamo vivere il non ancora vissuto e il mai vivibile, dichiararci a qualcuno con un coraggio mai avuto, percepire un dolore che somiglia al nostro o solo sapere che esiste. Lo insegnano Tom Sawyer e il giovane Holden, Jane Eyre e Raskòl’nikov, i personaggi di Roth: la magia dei grandi libri sta nel loro essere guide strane, insolite e spiazzanti.  

 

Sabato 25 alle 18 il testimone passa a Massimo Cuomo eal suo terzo romanzo, «Bellissimo» (edizioni e/o): ambientato in Messico, uno scenario che illumina la storia dei colori del realismo magico, il libro narra del rapporto tra due fratelli, uno dei quali è il «bellissimo» del titolo, dove il ruolo dei genitori, le storie d’amore, la violenza e i viaggi sono raccontati attraverso un’introspezione psicologica profonda e realistica, assumendo al tempo stesso un’aura di leggenda. 

Ultimo appuntamento martedì 28 alle 18 con l’esordiente Andrea Slonia e il suo «Domani, chiameranno domani» (Mondadori). Medico pugliese, Slonia ambienta il libro nella sua terra, senza risparmiare i riferimenti alla realtà.La storia che racconta è infatti quella del direttore della fabbrica di acciaio più grande d’Italia: accusato di disastro ambientale da sversamento di sostanze nocive nell’aria, è agli arresti domiciliari. In bilico tra speranza e rassegnazione, ogni giorno attende che gli inquirenti lo chiamino e gli diano l’opportunità di raccontare la sua versione dei fatti.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno