Il mecenate Gianadda regala altri 40 mila euro a Domodossola per i lavori di Madonna della Neve

La prima parte dei lavori era già stata finanziata con una donazione di 100 mila franchi

Il mecenate svizzero Leonard Gianadda all’inaugurazione della fontana in pietra da lui donata a Domodossola


Pubblicato il 09/11/2017
Ultima modifica il 10/11/2017 alle ore 12:18
DOMODOSSOLA

Prima la fontana in pietra, poi i lavori di tinteggiatura. Ora dal mecenate svizzero Leonard Gianadda arriva un’altra donazione per il santuario della Madonna della Neve a Domodossola: si tratta di 40 mila euro destinati alla parrocchia dei santi Gervaso e Protaso che serviranno per completare i lavori di restauro della chiesa che sorge di fronte al collegio Mellerio Rosmini. La prima tranche di interventi era già stata pagata da Gianadda con una donazione di 100 mila franchi svizzeri.  

 

«Si tratta di un ulteriore, straordinario, gesto di grande generosità e di attenzione per la nostra città e la nostra comunità» commenta il sindaco di Domodossola Lucio Pizzi, che ha ringraziato Gianadda con una lettera in cui ha espresso «l’auspicio di poter ricambiare, attraverso i gesti, la sua munificenza». 

 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi