Altri due intossicati da tallio. Continua il mistero sugli avvelenamenti da metallo pesante

In ospedale a Desio in provincia di Monza 2 anziani, parenti delle 3 vittime di ottobre. Si cerca il cibo contaminato


Pubblicato il 14/11/2017
Ultima modifica il 14/11/2017 alle ore 17:33
milano

Ci sono altri due nuovi casi di avvelenamento da tallio. Due persone anziane finite in ospedale a Desio in provincia di Monza con gravi problemi respiratori e in condizioni giudicate stabili e sottoposti alle pesanti terapie del caso. A complicare la vicenda lo stretto rapporto di parentela con le 3 vittime da tallio decedute sempre a Monza ai primi di ottobre. A finire in ospedale lunedì Alessio Palma, 83 anni. Stessi sintomi per Maria Lina Pedon di 81 anni, sua moglie, ricoverata questa mattina. Sono i parenti di Giovanni Battista Del Zotto di 94 anni, sua moglie Maria Gioia di 87 e la loro figlia Patrizia di 62. Anche se non si sa ancora cosa ci sia all’origine dell’avvelenamento una delle ipotesi, vista la scansione temporale, perde quota. In un primo tempo si era pensato che il nucleo famigliare che aveva passato le vacanze estive nella loro casa di campagna friulana a Varma in provincia di Udine potesse essere rimasto intossicato sul posto. Alcuni accertamenti su tubature, impianto di aria condizionata e strutture murarie della casa ha dato fino ad ora esito negativo. Il tallio un tempo usato come topicida o veleno per piccioni è capitato che potesse contaminare cibi e bevande. I carabinieri di Desio e la magistratura di Monza che ha aperto un’inchiesta escludono che l’avvelenamento possa essere stato volontario. Più facile che lo stesso gruppo famigliare si sia approvigionato degli stessi alimenti ma li abbia assunti in periodi di versi. Le prima 3 vittime risultano infatti aver ingerito tallio in dosi massicce e dunque letali. Ma anche qui rimane il mistero su quali cibi possano essere stati casualmente contaminati. Sequestrati da tempo patate e zuppe trovate nella dispensa dei due nuclei famigliari ma fino ad ora non è stata trovata traccia del metallo pesante altamente tossico.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno