Falò e sporcizia davanti alla chiesa di Borgo d’Ale: il sindaco sistema “trappole” per scoprire i vandali

San Michele in Clivolo era stata adottata dagli studenti del Classico di Ivrea, il Comune introduce telecamere e sorveglianza


Pubblicato il 14/11/2017
Ultima modifica il 14/11/2017 alle ore 11:25
borgo d’ale

Sconcerto a Borgo d’Ale per lo scempio lasciato davanti al portone d’ingresso dell’antica chiesa di San Michele in Clivolo, una struttura «adottata» dal liceo classico Botta d’Ivrea per la sua bellezza. Alcuni ignoti hanno acceso un falò per cuocere carni alla brace, abbandonando tutto quanto (falò, immondizia, coltellini) davanti alla chiesa. Sulla questione interviene il sindaco Pier Mauro Andorno: «Fortunatamente non si sono verificati danni alla Chiesa, se non solo la presenza di sporcizia, del legname da ardere ed i residui del fuoco. Come deterrente di tali azioni, collocheremo a giorni in loco, opportunamente mascherate, varie trappole foto/video di ripresa. Inoltre è stato rafforzato il pattugliamento delle Forze dell’Ordine. Si avvisano pertanto i male intenzionati che verranno denunciati all’autorità giudiziaria e sanzionati». 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno